Il tuo browser non supporta JavaScript!
ORARIO CONTINUATO
Lunedì - Venerdì 8.30-19.30
Sabato 8.30-13.00 e 15.30-19.30

Lavoro

TFR e fondi pensione

editore: Seac

pagine: 195

Ai sensi dell'articolo 2120 del Codice civile, in ogni caso di cessazione del rapporto dì lavoro subordinato il prestatore di lavoro ha diritto ad un trattamento di fine rapporto. Rispetto a questa regola generale che fissa la cessazione del rapporto di lavoro quale momento di insorgenza del diritto del lavoratore a percepire il TFR esiste un'importante eccezione: l'anticipazione di TFR richiesta in costanza di rapporto di lavoro.La presente pubblicazione si propone di fornire un ausilio nello svolgimento degli adempimenti posti a carico dei sostituti d'imposta in sede di accantonamento e tassazione del Trattamento di Fine Rapporto e relativi anticipazioni e acconti.Con riferimento alle modalità di tassazione, ci si sofferma sulla ripartizione delle quote di TFR tra quelle maturate fino al 31 dicembre 2000 e quelle maturate successivamente e sulle rispettive regole di assoggettamento. Vengono, inoltre, illustrate le modalità di tassazione del TFR e dell'indennità di preavviso corrisposti agli eredi. Infine, sono descritte le regole adottate dall'Amministrazione Finanziaria per la riliquidazione dell'imposta sul TFR.Ampio spazio viene poi dedicato alla gestione della previdenza complementare ed al ruolo del TFR quale forma di finanziamento della previdenza stessa. Particolare attenzione viene altresì riservata alla distinzione tra imprese con più o meno di 50 dipendenti ai fini dell'obbligo di versamento del TFR al Fondo Tesoreria istituito presso l'INPS.La pubblicazione, infine, è arricchita da numerosi esempi numerici di tassazione del TFR, delle relative anticipazioni e degli acconti.
35,00 31,50

AGRICOLTURA - Manuale pratico per la gestione del rapporto di lavoro

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

I rapporti di lavoro in agricoltura presentano alcune particolari caratteristiche contrattuali e previdenziali, sia con riferimento alla tipologia di imprese, sia per le categorie legali dei lavoratori occupati. Far luce sulle particolarità, analizzare le specifiche previsioni del settore e guidare il lettore nella soluzione delle problematiche, è lo scopo del presente libro.
34,00 30,60

SPETTACOLO - Manuale pratico per la gestione del rapporto di lavoro

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Il testo rappresenta una guida operativa per effettuare correttamente tutti gli adempimenti amministrativi e gestionali relativi alle aziende del settore dello spettacolo ed ai lavoratori da essi gestiti. La pubblicazione fornisce ai datori di lavoro ed ai professionisti un’analisi di tutti gli adempimenti relativi ad un settore che presenta alcune peculiarità.
34,00 30,60

MALATTIA

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

La pubblicazione rappresenta uno strumento indispensabile per i datori di lavoro ed i professionisti che si trovano a gestire l’evento malattia dei lavoratori dipendenti. Il testo offre un’analisi operativa di tutti gli adempimenti legati all’evento malattia, dalla certificazione dell’assenza, al trattamento economico e all’esposizione in busta paga della relativa indennità. Completano il testo utili riferimenti alla gestione dell’evento malattia per quanto riguarda il pubblico impiego e i liberi professionisti
28,00 25,20

MATERNITÀ

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

La pubblicazione rappresenta uno strumento indispensabile per i datori di lavoro ed i professionisti che si trovano a gestire l’evento maternità dei lavoratori dipendenti. Il testo offre un’analisi operativa di tutti gli adempimenti legati all’evento maternità, dalla certificazione dell’assenza, al trattamento economico e all’esposizione in busta paga della relativa indennità. Completano il testo utili riferimenti alla gestione dell’evento maternità per quanto riguarda il pubblico impiego e i liberi professionisti.
28,00 25,20

CODICE DEL LAVORO

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Il testo offre una raccolta ragionata della disciplina relativa al diritto del lavoro, rappresentando uno strumento completo e flessibile per orientarsi nel complesso mondo del lavoro. L’opera si compone di diverse sezioni e in ognuna di esse sono stati riportati i riferimenti relativi alla normativa, alla giurisprudenza ed alla prassi amministrativa.
45,00 40,50

GUIDA COMPLETA ALLA COMPILAZIONE DEL CEDOLINO PAGA

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Lo stipendio e il salario sono da sempre lo strumento per la corresponsione della retribuzione relativa alla prestazione lavorativa e “misura” della professionalità del lavoratore. All’atto del pagamento della retribuzione il datore di lavoro ha l’obbligo di consegnare al proprio dipendente un prospetto paga, denominato anche cedolino. La busta paga ha validità giuridica e assume il valore di prova determinante in caso di controversia tra il lavoratore ed il datore di lavoro davanti all’Autorità giudiziaria. La corretta compilazione del cedolino paga richiede una profonda conoscenza del diritto del lavoro, dello specifico CCNL applicato, delle regole di tassazione del reddito e delle modalità di quantificazione della contribuzione a carico del dipendente. La presente pubblicazione fornisce un’analisi dettagliata: di tutte le voci contenute nella busta paga di un lavoratore dipendente (aspetti generali), sia dal punto di vista fiscale che previdenziale, completa di numerosi esempi pratici di compilazione del cedolino paga; delle particolarità per i dipendenti: del settore edile, del settore dello spettacolo, del settore agricolo, assunti come dirigenti, assunti come apprendisti nel settore Terziario, giornalisti. Il testo contiene, inoltre, l’analisi delle disposizioni relative: all’accantonamento e alla tassazione del Trattamento di Fine Rapporto ed alla gestione della previdenza complementare; alle operazioni di conguaglio 730 con numerosi esempi di compilazione della busta paga in funzione delle diverse casistiche che si possono presentare; un approfondimento sulla gestione del Bonus 80 euro e sull’applicazione della detassazione ai premi di risultato. In aggiunta a quanto sopra il testo offre l’analisi degli aspetti contabili e del loro impatto sul bilancio di esercizio, al fine di identificare le componenti del costo del lavoro e di illustrare la gestione dei flussi finanziari. L’edizione di quest’anno risulta arricchita con una sezione dedicata alla nuova gestione delle domande degli assegni al nucleo familiare (ANF).
35,00 31,50

CERTIFICAZIONE UNICA 2020 - Guida alla Compilazione

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Il datore di lavoro, in quanto sostituto d’imposta, è tenuto a rilasciare al contribuente, entro il termine del 31 marzo, un solo modello, denominato Certificazione Unica (Certificazione Unica sintetica), per attestare sia i redditi di lavoro dipendente e assimilati, sia altri redditi (ad esempio, di lavoro autonomo, provvigioni e “redditi diversi”) nonché ad effettuarne l’invio, entro il 7 marzo, all’Agenzia delle Entrate (Certificazione Unica ordinaria) ai fini della predisposizione della dichiarazione precompilata (Modello 730). Tramite l’invio delle Certificazioni Uniche il sostituto d’imposta assolve anche all’obbligo di dichiarazione previsto dall’art. 4, comma 1, DPR n. 322/1998. A tali fini la Certificazione Unica (Certificazione Unica ordinaria) contiene ulteriori dati fiscali e contributivi e quelli necessari per l’attività di controllo dell’Amministrazione Finanziaria (si pensi, ad esempio, ai dati relativi alla tassazione del TFR e dei suoi acconti e anticipazioni) e degli enti previdenziali e assicurativi; i dati presenti nelle certificazioni rilasciate ai soli fini contributivi e assicurativi; i dati relativi alle operazioni di conguaglio effettuate a seguito dell’assistenza fiscale prestata (Mod. 730-4); somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi e somme corrisposte a titolo di indennità di esproprio, altre indennità e interessi. Al contribuente deve essere consegnato un modello “sintetico” contenente i dati utili alla predisposizione della dichiarazione dei redditi (Certificazione Unca sintetica). Pertanto, la Certificazione Unica 2020, relativa ai redditi 2019 dovrà essere consegnata, in forma sintetica, ai percipienti entro il 31 marzo 2020 (anno successivo a quello in cui le somme e i valori sono stati corrisposti), dovrà essere trasmessa telematicamente, in forma completa, all’Agenzia delle Entrate entro il 9 marzo 2020 poiché il 7 marzo (scadenza a regime) cade di sabato. La presente pubblicazione, tramite approfondimenti teorici e schematizzazioni, fornisce le indicazioni per la corretta compilazione della CU 2020, con particolare riguardo: al Frontespizio, in cui sono contenuti i dati anagrafici del sostituto d’imposta e dell’intermediario; alla Parte Dati Anagrafici dove trovano indicazione i dati anagrafici relativi al datore di lavoro e al percettore delle somme; alla Certificazione redditi da lavoro dipendente e assimilati in cui vanno esposti sia i dati fiscali (ritenute IRPEF e addizionale regionale e comunale all’IRPEF, altre detrazioni e detrazioni per familiari a carico, bonus IRPEF di 80 euro, somme erogate per la produttività del lavoro, ecc.), che i dati previdenziali ed assistenziali INPS e di altri Enti previdenziali; alla Certificazione redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi; alla Certificazione Redditi – locazioni brevi.
34,00 30,60

CERTIFICAZIONE UNICA 2020 - casi pratici

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

La Certificazione Unica 2020, relativa ai redditi 2019 dovrà essere consegnata, in forma sintetica, ai percipienti entro il 31 marzo 2020 (anno successivo a quello in cui le somme e i valori sono stati corrisposti), dovrà essere trasmessa telematicamente, in forma completa, all’Agenzia delle Entrate entro il 9 marzo 2020 (il 7 marzo 2020, scadenza prevista a regime, cade di sabato con conseguente slittamento al lunedì successivo). A tale riguardo, si ricorda che, tramite l’invio delle Certificazioni Uniche, il sostituto d’imposta assolve anche all’obbligo di dichiarazione previsto dall’art. 4, comma 1, DPR n. 322/1998. La presente pubblicazione costituisce un indispensabile strumento di supporto alla compilazione della Certificazione Unica 2020. In particolare, al lettore viene proposta una vasta raccolta di esempi pratici di compilazione in riferimento alle casistiche che, con maggiore frequenza, si presentano nella realtà (ad esempio, la tassazione del reddito di lavoro dipendente ed assimilato, il riconoscimento del bonus Renzi, l’erogazione del saldo di TFR e di anticipazioni dello stesso, ecc.). Sono, inoltre, proposti esempi di predisposizione del Modello in relazione a fattispecie legate ad eventi straordinari che comportano una maggiore complessità di compilazione (ad esempio, la gestione della contribuzione ai fondi pensione dei lavoratori di prima occupazione, l’esposizione dei dati in relazione all’ipotesi di applicazione della detassazione e del welfare aziendale, l’evidenza delle somme soggette a tassazione separata, l’erogazione del TFM di importo superiore ad un milione di euro agli amministratori di società di capitali, le operazioni societarie straordinarie, il trasferimento d’azienda, il decesso del dipendente, ecc.). Per favorire la rapida consultazione, gli esempi sono raggruppati, per argomento, in specifiche sezioni.
28,00 25,20

COLF E BADANTI 2020

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Per “lavoratori domestici” si intendono coloro che prestano la loro opera esclusivamente per le necessità della vita familiare del datore di lavoro. Rientrano in questa categoria: non solo il personale addetto alle normali incombenze familiari come, ad esempio, le colf, le assistenti familiari, le badanti, i camerieri, i cuochi, le bambinaie, le governanti, ecc... ma anche i lavoratori addetti a servizi diversi indirizzati al nucleo familiare o a singoli componenti (giardinieri, autisti, segretari privati). La principale fonte normativa del rapporto di lavoro domestico, oltre alla legge, è rappresentata dalla contrattazione collettiva di categoria (CCNL). La presente pubblicazione, al fine di illustrare in maniera esauriente la disciplina del lavoro domestico, offre un’analisi pratica e dettagliata delle disposizioni contenute nel CCNL per il personale domestico, dei relativi obblighi assicurativi e previdenziali, nonché degli adempimenti fiscali legati alla presentazione della dichiarazione dei redditi in capo al datore di lavoro ed al lavoratore domestico. Il testo, inoltre, si caratterizza per il fatto di contenere numerosi esempi pratici di compilazione della busta paga di un lavoratore domestico, con i valori retributivi e contributivi validi dal 1° gennaio 2020.
29,00 26,10

INPS - GUIDA COMPLETA SU CONTRIBUTI, PRESTAZIONI E AGEVOLAZIONI

di Beniamino Gallo

editore: Seac

Il testo analizza ed illustra la logica e le modalità di versamento dei contributi all’INPS, la gestione degli incentivi spettanti per le assunzioni agevolate e degli strumenti di sostegno al reddito. La pubblicazione contiene, inoltre, per tutti gli argomenti inerenti la gestione del rapporto con l’INPS, le istruzioni operative per il corretto assolvimento degli obblighi contributivi, aggiornate con il flusso UniEmens. Tra gli argomenti trattati si segnalano: l’inquadramento dei datori di lavoro; il rapporto di lavoro subordinato e autonomo; il sistema di versamento dei contributi correnti e la regolarizzazione dei contributi pregressi; i benefici contributivi per le assunzioni agevolate; gli ammortizzatori sociali: CIG ordinaria, CIGS, Contratti di solidarietà, Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego - NASpI; i fondi di solidarietà bilaterali; le misure compensative per il versamento del TFR al Fondo di Tesoreria e alla previdenza complementare; il lavoro all’estero con sintesi delle convenzioni bilaterali ed elenco dei formulari; la gestione previdenziale per artigiani e commercianti e la gestione separata; i ricorsi amministrativi. Sono infine proposte le tabelle vigenti e storiche dei codici tipo contribuzione, codici di autorizzazione, minimali giornalieri di retribuzione, retribuzioni convenzionali per i lavoratori all’estero e aliquote contributive.
35,00 31,50

IL MOD. 770/2020 - Guida alla Compilazione e Casi Pratici

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Il modello 770/2020 deve essere utilizzato e trasmesso all’Agenzia delle Entrate per riepilogare l’operato del sostituto d’imposta nel corso del 2019. Partendo dall’inquadramento degli aspetti generali (soggetti interessati ed esclusi, modalità e termini di presentazione, ecc.) il testo propone un’attenta analisi delle modalità di compilazione della dichiarazione annuale. A completamento dei commenti teorici, al lettore viene proposta una vasta raccolta di esempi pratici di compilazione in riferimento alle casistiche che, con maggiore frequenza, si presentano nella realtà.
30,00 27,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.