Il tuo browser non supporta JavaScript!
ORARIO ESTIVO
da lunedì a sabato 8.30-13.00 e 15.30-19.30
giovedì pomeriggio chiuso

E' SEMPRE ATTIVO IL SERVIZIO DI E-COMMERCE
PER PAGAMENTI CON APP 18 e APP DOCENTI, O PER CHIEDERE E COMPRARE LIBRI USATI
TELEFONARE A 0522 430683 – cellulare 327 5782118 –
INVIARE UNA MAIL A info@libreriaariosto.it

Fiscale

49,00

Il calcolo degli interessi nelle cartelle esattoriali

editore: Maggioli Editore

pagine: 16

Il software permette di verificare gli importi delle cartelle esattoriali riproducendo i calcoli dei singoli periodi di riferi
49,00

IL MAXI AMMORTAMENTO

Agevolazioni perinvestimenti in beni strumentali

editore: Seac

pagine: 188

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto a favore delle imprese/ lavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi nel periodo 15.10.2015 - 31.12.2016, la maggiorazione del costo di acquisizione ai fini della relativa deducibilità.Tale incremento, nella misura del 40%, rileva esclusivamente in sede di determinazione delle quote di ammortamento/canoni di leasing deducibili nell'ambito del reddito d'impresa / lavoro autonomo.I maggior valore così determinato, non ha rilevanza ai fini IRAP.Il testo, attraverso schemi, tabelle ed esemplificazioni, dopo un inquadramento generale dell'agevolazione (soggetti interessati, beni agevolabili e non, momento di effettuazione degli investimenti, effetti fiscali e meccanismo di calcolo del maggior importo deducibile), illustra, le modalità di determinazione del maxi ammortamento con riferimento all'acquisizione di beni strumentali a deducibilità integrale e limitata (ad esempio autoveicoli) in proprietà o tramite contratto di leasing.La pubblicazione, propone anche una sezione dedicata al collegamento tra l'agevolazione in oggetto e le modalità di compilazione della dichiarazione dei redditi, dei modelli degli gli studi di settore e dei parametri contabili ed una relativa al altri aspetti di interesse legati ai riflessi del maxi ammortamento sul test di operatività delle società di comodo e sull'acquisizione di benistrumentali da parte dei contribuenti minimi.Il testo è integrato con gli ultimi chiarimenti ministeriali in materia, forniti dalla Circolare AE 26 maggio 2016, n. 23
28,00

L'IMPRESA CHE LAVORA ALL'ESTERO

II EDIZIONE

Autori vari

editore: Seac

pagine: 292

Il volume, nato per fornire alle aziende che operano con l'estero informazioni di base relativamente alla variabile fiscale, è aggiornato alle recenti modifiche normative.Si tratta, principalmente, delle novità in materia di operazioni intrattenute con Paesi black list, di tassazione dei redditi delle stabili organizzazioni e di CFC.L'analisi dei crediti di imposta per le imposte pagate all'estero (oggetto di una corposa Circolare dell'Agenzia delle Entrate) e dei rimborsi dell'IVA estera, tematiche di specifico interesse per le aziende in esame, arricchisce ulteriormente la pubblicazione.La materia dell'internazionalizzazione, già complessa, è infatti stata modificata più volte nel corso del 2015, rendendo ancor più difficile individuare le problematiche ed i vari adempimenti dichiarativi connessi alle differenti casistiche. Si analizzano le diverse operazioni effettuate dall'impresa, da quelle apparentemente più semplici, come scaricare un software da internet o assumere un soggetto di nazionalità straniera, a quelle più complesse quali la gestione di società controllate fuori confine.II testo, dopo un inquadramento generale (residenza fiscale, doppia imposizione, ruolo delle convenzioni e del commentario OCSE, ecc...) dedica alcune pagine all'esposizione pratica di ogni problematica che si può incontrare operando con l'estero, anche in funzione del grado di "internazionalizzazione" dell'impresa.Infatti, se le tematiche di fiscalità internazionale, fino a poco tempo fa, interessavano prevalentemente i grandi gruppi industriali, al giorno d'oggi concetti come "black list", "VIES" devono essere conosciuti anche dalla piccola impresa che acquista semplici servizi informatici dall'estero.Così, le tematiche dei l'esterovestizione, del transfer pricing o della disciplina delle "CFU, devono essere conosciute anche dalla piccola azienda che per motivi strategici ha una società controllata all'estero.In conclusione, il testo, ricco di schemi, tabelle riassuntive ed esemplificazioni pratiche, si propone come strumento indispensabile sia per il consulente che per l'azienda interessate dalle problematiche in esame.
32,00

ABUSO DEL DIRITTO

Autori vari

editore: Il Sole 24 Ore

pagine: 191

Il volume analizza il tema dell'abuso dei diritto e dell'elusione fiscale alla luce delle novità intervenute con la pubblicazione dei D.Lgs. 128/2015, in attuazione della legge delega fiscale. Viene esaminata la nozione di abuso dei diritto così come evolutasi nel tempo e recentemente riformulata pertenere conto delle elaborazioni della dottrina e della giurisprudenza nazionale e comunitaria. Una particolare attenzione viene dedicata ai profili della sanzionabilità amministrativa e penale della fattispecie abusiva. Sono, inoltre, esaminate diverse fa~ che professionisti e manager d'impresa si trovano a dover affrontare nella operatività quotidiana. Da ~ viene esaminata la disciplina dell'abuso del diritto presente nei principali Paesi europei in una prospettiva di analisi comparata.
22,00

Tutela della creatività e del design

di Maggi Michela

editore: FAG

L’importanza dei diritti della proprietà intellettuale a tutela del design è assodata. Chi “crea” deve avere il diritto di proteggere le proprie opere e di poterle sfruttare economicamente limitando il pericolo di subire pregiudizi da parte di terzi. Ciò è vero a maggior ragione nella condizione contemporanea dei mercati caratterizzati da fitte relazioni commerciali estese a livello globale e da economie emergenti, di fatto poco motivate e forse anche poco avvezze a garantire tutele concerete da questo punto di vista. In questo contesto si è inserito l’avvento macroscopico di Internet e delle tecnologie informatiche di massa tra le quali, più recenti, la diffusa disponibilità dei software di modellazione tridimensionale e le tecnologie di addictive manufactoring, che se da un lato hanno arricchito le possibilità di creare, produrre e commerciare per i soggetti del settore, inducendo nel sistema design una formidabile espansione sia della progettualità (possiamo oggi parlare di progettazione diffusa) che della offerta produttiva (che risulta assai estesa), dall’altro lato ha forse facilitato il proliferare di operazioni contraffattive. [...] i diritti della proprietà intellettuale corrono da sempre sull’esile filo del contemperamento tra i diritti del titolare e i diritti della collettività, tra la possibilità di sfruttare economicamente i propri asset di proprietà intellettuale senza subire abusi e l’interesse pubblico alla diffusione delle informazioni e a un libero mercato concorrenziale. Questa pubblicazione descrive i pro e i contro delle varie forme di tutela e rende i soggetti operanti sul mercato in grado avere un certo livello di doverosa consapevolezza. Ciò aiuterà anche a effettuare un bilanciamento di interessi che nel caso concreto non si rivela mai semplice. (dalla prefazione del Prof. Francesco Trabucco)
30,00

PIV Principi Italiani di Valutazione 2015

Autori vari

editore: EGEA

I PIV contengono i principi di valutazione (riportati in grassetto e numerati in successione per ciascuna parte), le premesse, i commenti, gli esempi, le appendici ed il glossario. Le premesse, i commenti, gli esempi, le appendici ed il glossario svolgono la funzione di chiarire meglio i contenuti dei principi, ma non sono parte dei principi (il loro contenuto non è in nessun modo vincolante, non–authoritative).L’adesione ai PIV presuppone pertanto il rispetto dei soli principi di valutazione (e non necessariamente delle premesse, dei commenti, degli esempi, e delle appendici, la cui validità è funzione degli specifici fatti e circostanze che caratterizzano la specifica valutazione e che potrebbero non essere rappresentativi di tutte le possibili situazioni che l’esperto deve affrontare). I principi forniscono le linee guida entro cui deve essere individuata la soluzione del problema valutativo, considerati gli specifici fatti e circostanze. Le valutazioni richiedono una significativa dose di giudizio professionale, la cui qualità è funzione della capacità dell’esperto di rappresentare in forma non distorta e completa la soluzione adottata.I PIV sono corredati anche di un elenco di simboli, di acronimi e di un glossario.Il testo dei PIV correnti, già recepisce la bozza di emendementi agli IVS 2013 pubblicata dall’IVSC. I PIV si ispirano agli IVS, pur essendo caratterizzati da un maggiore dettaglio. Gli IVS sono high-level standards in grado di riflettere i principi universalmente accettati nel campo delle valutazioni di qualunque tipologia di attività/passività. Sono dunque principi globali ad ampio spettro applicativo. I PIV rispondono all’esigenza di disporre di principi che riflettano al meglio la cultura, la prassi operativa, il contesto economico, regolamentare e giuridico italiano. In linea di principio un esperto di valutazione incaricato di svolgere una valutazione in ambito giurisdizionale italiano dovrebbe seguire i PIV e non limitarsi ad aderire agli IVS, senza adeguata spiegazione.
50,00

Sanzioni tributarie. Amministrative e penali

editore: Wolters Kluwer Italia

pagine: 80

Il D
12,00

Armonizzazione europea delle accise sui tabacchi lavorati

Prefazione di Maurizio Logozzo.

Autori vari

editore: Pacini Giuridica

pagine: 128

La tassazione del tabacco e dei prodotti assimilati rappresenta un tema di estrema rilevanza, che forma oggetto di ampi dibattiti sia a livello interno che a livello europeo. Nell'ambito di tale settore, poco esplorato dalla dottrina, lo studio indaga la struttura di tassazione del tabacco in Italia ed in Europa, al fine di comprendere come si articoli il prelievo impositivo e quali siano le prospettive di riforma del sistema, sia con riguardo ai prodotti tradizionali sia con riferimento ai prodotti succedanei al tabacco (E-cig e Heat-not-burn) comparsi sul mercato negli ultimi anni.
15,00

Privacy e data protection. Guida al Regolamento (UE) 2016/679 per imprese, professionisti, PA e Responsabili della protezione dati (DPO)

Seconda Edizione

di Caterina Tosatti

editore: DEI

pagine: 207

I dati sono la moneta dell'era digitale. Secondo le recenti statistiche, il 92% degli Europei sono preoccupati che le app digitali raccolgano i loro dati senza il loro consenso, mentre l'89% degli intervistati dice di voler sapere se e quando i dati dei propri smartphones sono condivisi con un terzo (fonte: Commissione UE).A queste e ad altre domande dovrebbe dare risposta il Regolamento (UE) 2016/679, già noto come GDPR, che a partire dal 25 maggio 2018 È ENTRATO prepotentemente nelle imprese, nella PA, negli studi dei liberi professionisti e nella vita dei cittadini per informare che la Privacy è cambiata ed è divenuta Data Protection.Nel testo si appresta un primo approccio interpretativo al GDPR, aiutato dalla mole già consistente di Linee guida prodotte in sede europea che dovrebbero condurre chi dovrà implementare la normativa a compiere scelte ponderate.Articolo per articolo, si è cercato di guidare il lettore alla comprensione degli aspetti essenziali e di maggiore novità, tra i quali la `rivoluzione copernicana' costituita dal sistema dell'accountability (responsabilizzazione), per cui titolari e responsabili non avranno più a disposizione misure ed accorgimenti imposti 'dall'alto' (dal Garante nazionale, dallo Stato ecc.), bensì dovranno essi stessi scegliere quali siano i mezzi tecnici ed organizzativi che meglio sposino il trattamento da eseguire ed assumere la responsabilità di tale scelta.La presente edizione dà conto delle ulteriori novità apportate dal DLgs 10 agosto 2018, in vigore dal 19 settembre 2018, il quale ha legiferato negli spazi lasciati agli Stati membri dal GDPR, nonché delle Linee - guida e degli ulteriori documenti prodotti dal neonato European Data Protection Board nei suoi primi 4 mesi di vita.
18,00

Fisco amico. Come trasformare il tuo hobby in business

di Carmen Fantasia

editore: Editori Vari

pagine: 80

La pubblicazione è come un concentrato di facili spiegazioni ed informazioni utili per orientarsi in modo rapido nel mondo degli adempimenti e delle opportunità fiscali toccando gli argomenti di maggior interesse per tutti gli hobbisti e i creativi. L'autrice spiega in un linguaggio accessibile a tutti come partecipare serenamente ad un mercatino, come diventare artigiano, come aprire partita Iva con un regime di vantaggio, come fare una prestazione occasionale. Inoltre, si possono trovare una serie di link di riferimento per cominciare ad imparare a viaggiare nei siti giusti per approfondimenti ed opportunità, il tutto coadiuvato da un glossario fiscale relativo ai termini di maggior interesse comune.
15,00

Il sistema Intrastat

di Delle Chiaie Francesca

editore: Ipsoa

pagine: 416

Le importanti modifiche in tema di territorialità introdotte a livello comunitario nel 2010 hanno creato numerose difficoltà agli operatori negli adempimenti dichiarativi.Allo scopo di chiarire le modalità di compilazione dei riepiloghi Intrastat l’Agenzia delle Entrate ha emanato diversi documenti di prassi.Inoltre, nella prosecuzione del recepimento delle norme comunitarie, le Autorità preposte hanno emesso ulteriori disposizioni sul trattamento fiscale di tali novità, includendo l’obbligatorietà di iscrizione alla banca dati VIES, la definizione del momento di ultimazione del servizio, il trattamento dei servizi fieristici e di formazione e aggiornamento professionale.L’opera traccia un quadro sintetico e aggiornato della materia e fornisce un excursus degli obblighi dichiarativi in vigore dal 1993 ad oggi, relativi sia agli scambi intracomunitari di beni che alle prestazioni di servizi.Il lavoro è redatto in un’ottica di semplicità e concretezza operativa, con più di 90 casi risolti e ha l’obiettivo di agevolare professionisti e operatori nella gestione degli adempimentiSTRUTTURA 1 - Il territorio dell'Unione Europea2 - Le cessioni e gli acquisti intracomunitari3 - L’identificazione diretta e il rappresentante fiscale4 - La presunzione di cessione o acquisto5 - Le prestazioni di servizi intracomunitarie6 - I riepiloghi Intrastat7 - Gli scambi con la Repubblica di San Marino8- Le operazioni triangolari9- Le operazioni quadrangolari10 - Verifiche e sanzioni11 - Appendice
40,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.