Il tuo browser non supporta JavaScript!
ORARIO CONTINUATO

Da lunedì al venerdì 8.30 - 19.30
Il sabato 8.30-13.00 e 15.30-19.30

SEAC - I LIBRI IN USCITA NEL I SEMESTRE 2019

I testi più usati e più richiesti per preparare le dichiarazioni dei redditi.
Gli strumenti di lavoro pratici, chiari, concreti.
Non si limitano ad una semplice esposisizione delle norme, ma sono ricchissimi di suggerimenti, esempi, soluzioni

Per ricevere le offerte SEAC - composizione, prezzo, sconto, ecc. - telefonate allo 0522 430683 oppure inviate una mail a info@libreriaariosto.it

CORRISPETTIVI TELEMATICI

Dallo Scontrino/Ricevuta Fiscale Al Documento Commerciale

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 248

L’art. 2, comma 1, D.Lgs. n. 127/2015 introduce per i soggetti che esercitano attività di commercio al minuto e attività assimilate, l’obbligo (in luogo della precedente facoltà) di memorizzare elettronicamente e trasmettere in modo telematico i corrispettivi giornalieri, con decorrenza: 1° luglio 2019, per i soggetti con volume d’affari maggiore di € 400.000; 1° gennaio 2020, per tutti i soggetti interessati. Considerata la portata della novità normativa e a fronte delle difficoltà riscontrate dagli esercenti commerciali nelle fasi di consegna e successiva installazione dei nuovi registratori telematici, l’articolo 12-quinquies del D.L. n. 34/2019 (c.d. “Decreto Crescita”) ha previsto una moratoria sulle sanzioni per il primo semestre di vigenza dell’obbligo (le sanzioni non si applicano se la trasmissione telematica dei corrispettivi avviene entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fermi restando i termini di liquidazione dell’IVA). Il nuovo adempimento metterà fine all'obbligatorietà di emettere scontrino e ricevuta fiscale; infatti il comma 5, art. 2, D.Lgs. n. 127/2015 dispone espressamente che la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi sostituiranno le modalità di assolvimento dell’obbligo di certificazione fiscale dei corrispettivi.  Per poter effettuare la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi l’esercente dovrà dotarsi di nuovi strumenti tecnologici definiti “Registratori Telematici”. Il testo fa luce sulla nuova disciplina introdotta dal D.Lgs. n. 127/2015 e sugli adempimenti cui è tenuto l’esercente o il suo consulente. L’analisi concentra la propria attenzione sui tempi di avvio dell’obbligo, sulle caratteristiche dei registratori telematici/server RT e sull’iter di accreditamento, censimento e di “messa in servizio” di detti dispositivi. Particolare attenzione è riservata alle modalità di trasmissione dei file xml, alle notifiche di ricezione e alla gestione degli scarti. Una specifica parte è dedicata alle modalità di ottenimento e di utilizzo del credito d’imposta concesso per la sostituzione/adeguamento dei misuratori fiscali e all'analisi della conseguente transizione dallo scontrino fiscale/ricevuta al documento commerciale.

ANTIRICICLAGGIO NELLO STUDIO PROFESSIONALE 2019

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 254

Aggiornato con le regole tecniche e le linee guida del Cndcec Autovalutazione del rischio Adeguata verifica della clientela Segnalazione operazioni sospette Limitazioni all'uso del contante Obblighi di conservazione Con l’approvazione del D.Lgs. n. 90/2017 il Legislatore ha dato luogo al recepimento della Direttiva UE 2015/849, meglio conosciuta come IV Direttiva antiriciclaggio. Attraverso tale intervento normativo è stato completamente riscritto il D.Lgs. n. 231/2007, disciplinante la materia a livello nazionale; tra le novità introdotte, si segnalano le seguenti: nuove modalità di individuazione del titolare effettivo, attraverso la creazione di un archivio ad hoc all’interno del Registro delle imprese; nuove regole in tema di adeguata verifica della clientela, sia semplificata che rafforzata; nuovi criteri di valutazione del rischio antiriciclaggio; nuovi obblighi di conservazione; revisione del sistema sanzionatorio relativo alle violazioni della normativa antiriciclaggio. Si segnala, inoltre, che ai sensi del nuovo art. 15, D.Lgs. n. 231/2007 gli Organismi di autoregolamentazione (Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed esperti contabili, Consiglio Nazionale del Notariato, ecc.) sono chiamati ad individuare, attraverso regole tecniche, i criteri e le metodologie per svolgere l’adeguata verifica della clientela e la valutazione del rischio di riciclaggio; con l’approvazione delle Regole Tecniche da parte del CNDCEC, avvenuta il 16 gennaio 2019, la riforma della disciplina antiriciclaggio è giunta a compimento, ed è ora pienamente applicabile (gli aspetti affrontati dalle Regole Tecniche del CNDCEC sono stati oggetto di ulteriori chiarimenti, attraverso le Linee guida pubblicate nel mese di maggio 2019). Il testo illustra, alle luce delle nuove disposizioni in materia, gli obblighi antiriciclaggio che i professionisti, nonché qualsiasi altro soggetto operante nel settore contabile – tributario (CED, società di servizi, CAF, ecc.) devono porre in essere, proponendosi quindi quale utile strumento aggiornato al fine di apprendere in modo rapido e sintetico i principali aspetti della normativa antiriciclaggio da parte del professionista e dei suoi collaboratori/dipendenti. La trattazione teorica è completata da schemi ed esempi che rendono più chiara ed immediata la comprensione della materia e delle problematiche ad essa connesse. Struttura del libro: Premessa Il D.Lgs. n. 90/2017 e la IV Direttiva antiriciclaggio La V Direttiva Struttura del testo Riciclaggio e finanziamento del terrorismo Riciclaggio Finanziamento del terrorismo Soggetti interessati Sezione Prima - ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA Premessa Adeguata verifica della clientela Operazioni soggette a verifica Regole per la corretta identificazione 1. Identificazione del cliente 2. Identificazione del titolare effettivo 3. Informazioni sullo scopo e la natura della prestazione professionale 4. Controllo costante nel corso del rapporto o della prestazione L’adeguata verifica da parte di terzi Casi particolari Valutazione del rischio Rafforzamento/semplificazione dell’obbligo di verifica della clientela  Adeguata verifica della clientela: casi di esonero Modalità di verifica della clientela Adeguata verifica ordinaria Adeguata verifica semplificata Adeguata verifica rafforzata  Esemplificazioni di operazioni e clienti più a rischio Procedura per l’autovalutazione del rischio Il rischio inerente La vulnerabilità Il rischio residuo Gestione/mitigazione del rischio Periodicità dell’autovalutazione del rischio Conservazione della documentazione Criteri di valutazione del rischio effettivo Il rischio inerente Il rischio specifico Il rischio effettivo Sezione Seconda - GLI OBBLIGHI DI CONSERVAZIONE Gli obblighi di conservazione I dati e le informazioni da conservare Periodo di conservazione Le modalità di conservazione Responsabile della conservazione e soggetti legittimati Conservazione negli studi associati e STP Il fascicolo del cliente Contenuto del fascicolo Check list ai fini della formazione del fascicolo del cliente Sezione Terza - SEGNALAZIONE DELLE OPERAZIONI SOSPETTE Individuazione di un’operazione sospetta L’operazione sospetta: il procedimento di valutazione Casi di esenzione dall’obbligo di segnalazione Esonero da responsabilità La segnalazione delle operazioni Termini della segnalazione all’UIF Come effettuare la segnalazione Segnalazione tramite gli organismi di autoregolamentazione  Riservatezza e tutela del segnalante Divieto di comunicazioni inerenti le segnalazioni Iter della segnalazione Conseguenze della segnalazione Flusso di ritorno delle informazioni Sezione Quarta - ESEMPI Esempio n. 1: costituzione di impresa individuale Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Conservazione delle informazioni Esempio n. 2: incarico tenuta contabilità e presenza di titolare effettivo Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Conservazione delle informazioni Controllo costante nel corso del rapporto Esempio n. 3: incarico di redazione contratto di comodato di un immobile Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Conservazione delle informazioni Esempio n. 4: redazione contratto di locazione di immobile Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Istituzione del fascicolo del cliente Esempio n. 5: tenuta della contabilità e segnalazione operazione sospetta Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Conservazione delle informazioni Verifica periodica Esempio n. 6: identificazione del titolare effettivo in una struttura societaria complessa Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Conservazione delle informazioni Esempio n. 7: titolare effettivo con meno del 25% di partecipazione al capitale sociale Identificazione del cliente Adeguata verifica del cliente Conservazione delle informazioni Esempio n. 8: cliente non presente ma precedentemente identificato Verifica dei dati del cliente Adeguata verifica del cliente Esempio n. 9: impossibilità di adeguata verifica del cliente Sezione Quinta - LIMITAZIONE ALL’USO DEL CONTANTE Limitazione all’uso del contante L’utilizzo del denaro contante L’utilizzo degli assegni L’estinzione dei libretti di deposito al portatore Regime sanzionatorio Esonero dalle limitazioni all’uso del contante per i turisti extra-UE Comunicazione delle violazioni all’uso del denaro contante Operazioni da monitorare I destinatari della comunicazione Fac-simile di comunicazione Segnalazione telematica (SIAR) Obbligo di comunicazione: le valutazioni del MEF Sezione Sesta - ALTRI ASPETTI DI INTERESSE Sanzioni Sanzioni penali Sanzioni amministrative Misure ulteriori Nuove sanzioni e favor rei Termine di conclusione del procedimento sanzionatorio Antiriciclaggio e privacy Adempimenti privacy Attività di promozione e controllo da parte degli ordini professionali Piano di formazione antiriciclaggio Questionario per l’adempimento degli obblighi di vigilanza Poteri disciplinari degli ordini professionali Sezione Settima - NORMATIVA

Successioni Ereditarie

Il modello di dichiarazione

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 419

Dal 1° gennaio 2019 la presentazione della dichiarazione di successione deve avvenire obbligatoriamente in via telematica, utilizzando il modello approvato con Provvedimento 28 dicembre 2017, le cui istruzioni alla compilazione e le specifiche tecniche sono state successivamente aggiornate dall'Agenzia delle Entrate con Provvedimento 24 maggio 2018.Al fine di guidare i soggetti interessati al perfezionamento di tale adempimento si propone il presente testo, incentrato sulla predisposizione della dichiarazione di successione, della quale si occupa, in via generale, il consulente (CAF, intermediario, etc.) degli eredi chiamati all'eredità.In particolare, dopo una prima parte di carattere civilistico, che illustra le principali disposizioni del Codice Civile di interesse per le successioni ereditarie, si analizza nel dettaglio:• il calcolo delle imposte dovute per la successione (imposte ipocatastali, altri tributi e imposta sulle successioni);• la compilazione dei singoli quadri del modello dichiarativo, richiamando anche gli aspetti più generali legati all'adempimento (soggetti obbligati ed esonerati, modalità e termini di presentazione).Come usuale, la trattazione teorica è completata da esempi pratici di compilazione e calcolo delle imposte, che permettono al lettore di inquadrare rapidamente i concetti esposti.

Colf e Badanti

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

pagine: 47

Sempre più spesso, le famiglie italiane si avvalgono dell'aiuto di collaboratori, anche di nazionalità estera, per l'effettuazione di servizi di carattere domestico e di assistenza familiare.Nel presente vademecum, utile sia per i datori di lavoro che per i lavoratori, si analizzano, con taglio pratico• le modalità di assunzione (a tempo indeterminato o a termine, di lavoratori stranieri o studenti, per mansioni di assistenza/presenza notturna ecc...) e le relative comunicazioni obbligatorie;• le principali disposizioni contenute nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i prestatori di lavoro domestico, che regolamenta numerosi aspetti del rapporto di lavoro domestico tra i quali rientrano, ad esempio, l'orario di lavoro, l'inquadramento del personale, il periodo di prova, le ferie, i permessi, la malattia, la maternità, l'infortunio, i minimi retributivi, i termini di preavviso ecc..,• il sistema di calcolo e di versamento dei contributi all'INPS.

SICUREZZA SUL LAVORO

di Biagio Mugnieco

editore: Seac

pagine: 224

Il Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro - Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 - è stato fin quasi dalla sua entrata in vigore oggetto di modifiche ed integrazioni da parte del Legislatore.Il presente testo contiene, tra l'altro, le ultime modifiche apportate dal Legislatore in virtù dell'entrata in vigore della Legge 30/12/2018 n. 145 (Legge di Bilancio 2019) che ha modificato gli importi delle sanzioni legate al Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro.In particolare il testo esamina le tematiche relative alle disposizioni legislative vigenti in materia, dedicando un apposito capitolo agli aspetti di maggior interesse quali: la valutazione dei rischi, compreso quello da stress lavoro correlato; la sorveglianza sanitaria; la formazione dei lavoratori; gli ambienti di lavoro; le attrezzature e D.P.I.; i cantieri edili; la gestione di lavori in appalto ed in subappalto.Nel capitolo finale vengono descritti gli enti preposti al controllo in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, i poteri e le sanzioni degli organi ispettivi, con la descrizione delle procedure per l'eliminazione delle irregolarità contestate; l'ultima parte, invece, è dedicata all'articolo 14 del Decreto Legislativo n. 81/2008 (provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale per occupazione di personale irregolare o per reiterazionedi gravi violazioni in materia di sicurezza) con la descrizione delle procedure per la revoca del provvedimento a seguito di regolarizzazione, ovvero per ricorrere giudizialmente.Infine, in appendice, vengono riportate delle schede utilizzabili, come tutto il testo pubblicato, per il controllo e la gestione delle procedure di sicurezza delle imprese, dei committenti, dei responsabili dei lavori e dei coordinatori per la sicurezza.

LA LIQUIDAZIONE DELLE SOCIETÀ

Aspetti e adempimenti civilistici, contabili e fiscali

di L. Cacciapaglia

editore: Seac

pagine: 305

L’azienda è stata paragonata all'essere umano: si costituisce, svolge la propria attività e poi, fatalmente, si estingue. In verità, se questa è una certezza per gli esseri viventi, all'azienda può toccare miglior sorte: può, infatti, scindersi, fondersi, essere conferita, trasformarsi. Qui parliamo di liquidazione dell’impresa individuale e di quella societaria. Il presente volume affronta in modo sistematico ed esaustivo gli aspetti civilistici, contabili e fiscali della liquidazione.  La prima parte del libro si concentra sulle cause di liquidazione, sui conseguenti adempimenti e responsabilità degli amministratori fino al passaggio di consegne ai liquidatori.  La seconda parte approfondisce i compiti dei liquidatore, i criteri che devono seguire per la liquidazione anche nell’ipotesi di esercizio provvisorio. Vengono analizzati nel dettaglio la presa in carico dell’azienda, l’inventario iniziale, l’appostamento del fondo rischi e oneri di liquidazione e il suo assorbimento nel tempo, il primo bilancio di liquidazione, quelli intermedi e il bilancio finale di liquidazione.  La responsabilità degli amministratori e dei liquidatori negli anni è notevolmente accresciuta anche per effetto della norma che ha previsto la possibilità da parte dell’amministrazione finanziaria di rivalersi su liquidatori e soci per accertamenti notificati fino a 5 anni successivi alla richiesta di cancellazione della società dal Registro delle Imprese. Il tema è ampiamente trattato. Vengono illustrati, con l’ausilio delle videate di Fedra, gli adempimenti al Registro delle Imprese concernenti il deposito del bilancio finale di liquidazione e del piano di riparto fino alla richiesta di cancellazione della società.  Particolare attenzione è riservata agli aspetti fiscali, così diversificati a seconda della natura del soggetto in liquidazione: impresa individuale, società di persone e società di capitali. Utilizzo o meno delle perdite del periodo di liquidazione, tassazione provvisoria, reddito di conguaglio e, ricorrendone i presupposti, tassazione separata in capo al socio persona fisica, dalla quale si può decadere retroattivamente nel caso in cui la liquidazione diventi “lunga”.  Nel testo si dà atto delle interpretazioni dell’Agenzia delle entrate e delle decisioni della Cassazione. Il tutto illustrato con l’ausilio di schemi, tabelle e fac simile di atti.

LA CESSIONE D'AZIENDA A TITOLO ONEROSO

II Edizione

di L. Cacciapaglia

editore: Seac

pagine: 342

Questa seconda edizione del Libro risulta profondamente modificata e integrata, poiché in questi anni il legislatore ha apportato rilevanti innovazioni alla disciplina della cessione d’azienda: responsabilità tributaria dell’acquirente, irrilevanza ai fini delle imposte sui redditi del maggior valore utilizzato per la rettifica dell’imposta di registro, irrilevanza della plusvalenza/minusvalenza ai fini Irap e ai fini del ROL, solo per citarne alcune. Peraltro, la pratica contrattuale ha introdotto innovative forme di acquisizione come il rent to buy d’azienda, istituto sconosciuto dal legislatore ma di fatto frequentemente praticato. Pure la Cassazione, sia civile sia fiscale, è intervenuta su molti temi riferiti alla cessione d’azienda, così come la prassi dell’Agenzia delle entrate: a titolo di esempio, dopo anni di incertezza, è oramai chiara (condivisibile o meno) l’interpretazione circa il trattamento della plusvalenza nell’ambito della cessione d’azienda dell’impresa familiare. Il volume affronta gli aspetti civilistici relativi all’istituto (trasferimento dei crediti e debiti, cessione dei contratti, subentro nelle locazioni immobiliari, responsabilità solidale del cedente e dell’acquirente, etc.) con ampi stralci della giurisprudenza. Specifici capitoli sono dedicati alla chiara e schematica esposizione degli aspetti fiscali, sia sotto il profilo delle imposte sui redditi e Irap, sia per quanto riguarda le imposte di registro, ipotecaria e catastale. Una parte del volume è dedicata alla valutazione d’azienda con una breve disamina delle varie metodologie nonché alla due diligence, indispensabile attività propedeutica all’acquisizione dell’azienda. Sono forniti a corredo, facsimile di perizie, schemi di accordi precontrattuali, attestazione del rispetto della privacy, check-list e carte di lavoro. Un’analisi degli Interpelli in cui si è espresso il Comitato antielusivo fornisce anche l’occasione per analizzare l’operazione di ingegneria finanziaria di cui la cessione è fatta parte, principalmente nell’ambito di gruppi societari articolati. Il testo contiene anche le rilevazioni contabili, sulla base dei nuovi OIC, sia del cedente sia del cessionario, con relativi esempi numerici e la modulistica per le comunicazioni all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate connesse al passaggio di proprietà dell’azienda.

Codice Tributario e Codice Civile

Edizione 2019

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 2562

Il "Codice tributario Seac", con il Codice Civile e le leggi ad esso collegate, rappresenta sempre di più uno strumento di lavoro utile e completo per qualunque operatore di settore.In un unico volume si possono, reperire, oltre alle norme tributarie, anche quelle civilistiche, spesso richiamate dalle prime e indispensabili pertanto nella quotidiana attività del professionista.La pubblicazione propone i testi di legge, corredati da note esplicative che evidenziano i riferimenti normativi di modifica e la loro decorrenza.La sezione "Codice tributario" contiene, in particolare, il testo del TUIR, dell'IVA e dell'IRAP, la disciplina dell'accertamento delle imposte sui redditi con la normativa sugliindicatori sintetici di affidabilità fiscale, della riscossione, dell'imposta di registro, ipotecaria, catastale e di bollo, delle successioni e donazioni. Sono presenti anche le norme sulla fatturazione elettronica, sulle concessioni governative, sul monitoraggio fiscale, sul contenzioso tributario, sulle sanzioni tributarie e penali, sulla IUC, lo statuto del contribuentenonché in materia di terzo settore.La sezione "Codice Civile" oltre a riportare l'intero testo della suddetta norma, è arricchita dalle principali leggi collegate, tra cui quelle in materia di antiriciclaggio, fallimento, locazioni, mediazione, privacy, revisione legale dei conti, società, titoli di credito.La pubblicazione è aggiornata al 1° gennaio 2019.

IMPOSTE DIRETTE

Tascabile

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 670

Il tascabile Seac “Imposte dirette” riporta il Testo Unico delle imposte sui redditi, correlato dalle disposizioni di coordinamento, transitorie e attuative del D.Lgs. n. 344/2003 e D.P.R. n. 42/1988, i decreti istitutivi dell’addizionale regionale e comunale, la disciplina IRAP. Completano il volume le norme relative al regime fiscale agevolato, alle società di comodo, alla IUC e alla dichiarazione dei redditi. Le disposizioni riportate sono corredate da note esplicative relative alle modifiche apportate da successivi leggi o decreti con specifica indicazione della decorrenza. Le norme sono aggiornate al 1° gennaio 2019

IMPOSTE INDIRETTE

tascabile

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 733

Il tascabile Seac “Imposte indirette” raccoglie la principale normativa in materia di IVA e altre imposte indirette. Il volume, quindi, rappresenta per gli operatori di settore uno strumento completo ed efficace da poter utilizzare fuori ufficio. Il testo contiene i principali provvedimenti normativi in materia di IVA ed in particolare: il D.P.R. n. 633/1972, il D.L. n. 331/1993 (operazioni intracomunitarie); il D.L. n. 41/1995 (beni usati), i regolamenti relativi alle presunzioni di cessione e acquisto, alla disciplina delle opzioni, alla scheda                 carburanti, agli obblighi di certificazione dei corrispettivi. Completano la pubblicazione le norme relative: alla fatturazione elettronica (D.L. n. 78/2010); all’imposta di registro (D.P.R. n. 131/1986); all’imposta sulle successioni e donazioni (D.L. n. 262/2006 e D.Lgs. n. 346/1990); alle imposte ipotecarie e catastali (D.Lgs. n. 347/1990); alle concessioni governative (D.P.R. n. 641/1972); all’imposta di bollo (D.P.R. n. 642/1972). Le disposizioni riportate nel tascabile sono corredate da note esplicative relative alle modifiche apportate da leggi o decreti con specifica indicazione della decorrenza. Le norme sono aggiornate al 1° gennaio 2019.

ACCERTAMENTO, RISCOSSIONE, SANZIONI E CONTENZIOSO TRIBUTARIO

tascabile

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 540

A completamento dei volumi proposti in formato tascabile, il presente testo raccoglie i principali provvedimenti normativi in materia di accertamento, riscossione, sanzioni e contenzioso tributario. Il volume contiene, in particolare, i seguenti provvedimenti: D.P.R. n. 600/1973, D.P.R. n. 602/1973, D.Lgs. n. 462/1997, D.Lgs. n. 471 e n. 472 del 1997, D.Lgs. n. 218/1997, Legge n. 212/2000, D.L. n. 564/1994, D.M. n. 37/1997 e D.Lgs. n. 545 e n. 546 del 1992. Le disposizioni contenute in ciascuno dei provvedimenti sopra citati sono corredate da note esplicative contenenti le modifiche apportate e sono aggiornate al 1° gennaio 2019.

LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Il testo fornisce all'operatore una guida esauriente per la chiusura annuale dei conti delle imprese in contabilità ordinaria e di quelle che, avendone i requisiti, adottano la contabilità semplificata. A tal proposito vengono analizzati i principi generali di redazione del bilancio di esercizio..Particolare attenzione è rivolta alle scritture di ammortamento, completamento, integrazione e rettifica da effettuare alla fine dell'esercizio.Il volume esamina in maniera dettagliata le operazioni antecedenti la chiusura dei conti, i criteri di valutazione dei componenti positivi e negativi di reddito, i criteri previsti per la determinazione del reddito, nonché le successive scritture di riapertura.La trattazione delle scritture di assestamento è completata dalla descrizione della disciplina fiscale dei diversi elementi contabili, aggiornata alle modifiche normative introdotte nel corso del 2018 (maxi ammortamento al 30% anziché al 40%, proroga dell'iper ammortamento e del maxi ammortamento dei beni immateriali, ACE, rivalutazione dei beni d'impresa, nuova disciplina delle perdite d'impresa per i soggetti IRPEF, ecc.).

L'AMMORTAMENTO - Disciplina civilistica e tributaria

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 449

Il testo fornisce una panoramica degli aspetti civilistici e fiscali dell’ammortamento, analizzando dettagliatamente la disciplina applicabile ai beni materiali ed immateriali acquisiti, sia dal punto di vista dell’impresa che dal punto di vista dell’esercente arti e professioni. Fra gli argomenti considerati, tenendo conto delle novità e dei vari documenti di prassi, si citano le spese di manutenzione e riparazione su beni propri, l’imputazione dei contributi (in c/capitale, in c/impianti o in c/esercizio), l’eliminazione di beni ammortizzabili e la deducibilità dei canoni di leasing. Particolare rilevanza assumono inoltre i c.d. “maxi-ammortamento” e “iper-ammortamento”: il primo, introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 e prorogato con modifiche dalla Legge di Bilancio 2017 e successivamente dalla Legge di Bilancio 2018, prevede la possibilità per imprese e lavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi, di incrementare il relativo costo di acquisizione del 40/30% al fine di determinare maggiori quote di ammortamento/canoni di leasing deducibili; il secondo, introdotto dalla Legge di Bilancio 2017 e prorogato dalla Legge di Bilancio 2018, è riservato alle imprese che effettuano investimenti in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica/digitale nonché in beni immateriali strumentali (il costo di acquisizione in questi casi è incrementato rispettivamente del 150% e 40%). Entrambe le agevolazioni sono state oggetto di modifiche da parte della Legge di Bilancio 2019.A chiusura della pubblicazione sono infine riportate le tabelle ministeriali dei coeficienti di ammortamento

Il BILANCIO D'ESERCIZIO- Redazione e adempimenti

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 995

Il volume propone un'analisi della disciplina civilistica in materia di bilancio d'esercizio integrata dai principi contabili nazionali redatti dall'Organismo italiano di contabilità.Ciò fornisce al redattore del bilancio una guida completa in merito alla corretta rilevazione e valutazione di tutte le operazioni aziendali.Particolare attenzione è rivolta ai principi generali di redazione del bilancio, compresa la procedura di formazione ed approvazione del documento e dei suoi allegati, nonché il contenuto di ciascuna voce che compone lo schema di Stato patrimoniale e di Conto economico.Ampio spazio è riservato alle informazioni da indicare in Nota integrativa, considerando le novità della tassonomia XBRL.Un'apposita sezione è dedicata al bilancio in forma abbreviata, utilizzabile dai soggetti che presentano i requisiti previsti dall'art. 2435-bis, C.c. e al bilancio relativo alle micro-imprese ex articolo 2435-ter, C.c..Nonostante nella redazione del bilancio d'esercizio predominino gli aspetti civilistici su quelli fiscali, il testo offre una compiuta analisi delle disposizioni fiscali, aggiornate alle recenti novità e delle ripercussioni e divergenze che esse possono avere e creare sul bilancio medesimo.

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2019

Periodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 602

Il testo si propone come guida alla compilazione di ben quattro diversi adempimenti legati all'imposta sul valore aggiunto: la dichiarazione annuale, la comunicazione delle liquidazioni periodiche, la comunicazione dati fattura (spesometro) e l'esterometro.La dichiarazione annuale IVA 2019 è analizzata commentando rigo per rigo del modello, e ad integrazione, sono proposti molti esempi pratici di compilazione: i singoli quadri sono analizzati evidenziando, in particolare, le novità intervenute rispetto al dichiarativo del precedente anno, che principalmente riguardano quest'anno le nuove disposizioni sul gruppo IVA.Successivamente si analizza la comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA e a corredo vengono proposti numerosi esempi di compilazione.Si analizza poi la composizione dello spesometro, abrogato dal 2019 per l'obbligo generalizzato di fatturazione elettronica, e che il 28 febbraio 2019 prevede l'ultimo invio.Sono riportati ed illustrati anche i numerosi chiarimenti forniti dall'Amministrazione Finanziaria con documenti di prassi e con le numerose e frammentarie FAQ, relativamente ai dati da indicare ed alla modalità di composizione e trasmissione dei file .xml.Si propone una breve analisi della nuova comunicazione delle operazioni con soggetti non residenti nel territorio dello Stato (esterometro), da inviare obbligatoriamente entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello della data di emissione o di ricezione del documento che comprova l'operazione.Infine, sono presenti alcuni approfondimenti degli argomenti che possono interessare in maniera trasversale i quattro obblighi dichiarativi.La guida, utile a tutti coloro che si accingono ad assolvere i quattro citati adempimenti, analizza e commenta nel dettaglio le istruzioni e i chiarimenti, proponendo a miglior comprensione numerosi esempi pratici di compilazione.

MOD. 730/2019 - GUIDA ALLA COMPILAZIONE - periodo d’imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Il testo è dedicato alle modalità di compilazione della dichiarazione Mod. 730/2019 e si propone come utile strumento per CAF, commercialisti e associazioni di categoria che prestano "assistenza fiscale" ai propri clienti.I singoli quadri che compongono il modello sono analizzati dettagliatamente, evidenziando la normativa di riferimento e le differenze rispetto alla dichiarazione dello scorso anno; al termine di ogni quadro è proposta una tabella sinottica che riassume le principali regole di compilazione, permettendo al lettore di cogliere rapidamente le informazioni necessarie per la corretta redazione del modello.Sono inoltre trattate le modifiche normative intervenute nel 2018; si pensi, ad esempio:• all'introduzione del cd."bonus verde, da indicare nella Sezione III A del Quadro E;• alla nuova detrazione per le spese sostenute per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale/regionale e interregionale;• alla nuova deduzione per erogazioni liberali a favore delle ONLUS, ODV e APS.Inoltre, si segnala che non vi è più differenziazione tra previdenza complementare dei dipendenti pubblici e degli altri dipendenti; pertanto è stato eliminato lo specifico rigo riservato al pubblico impiego e tali importi confluiscono nel rigo E27, relativo ai contributi a deducibilità ordinaria.Si tiene conto inoltre dei chiarimenti emanati dall'Agenzia delle Entrate, con particolare riferimento alla Circolare n. 7/2018, con la quale sono analizzati i principali aspetti legati ai controlli per l'apposizione del visto di conformità.

MOD. 730/2019 - CASI PRATICI DI COMPILAZIONE

Guida per i nuovi operatori - Periodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Insieme al testo "Guida alla compilazione del Mod. 730" la pubblicazione "Mod. 730- Casi pratici" costituisce un indispensabile strumento di consultazione per nuovi operatori e valido aiuto per coloro che affrontano le problematiche legate alla compilazione della dichiarazione dei redditi dei lavoratori dipendenti e pensionati.Nella compilazione del Mod. 730, nato come "dichiarazione semplificata", all'operatore si presentano infatti molteplici e variegate casistiche che non sempre risultano di immediata risoluzione.Il presente volume propone numerosi esempi pratici di compilazione con riferimento ad ogni singolo quadro della dichiarazione ed alle novità introdotte in seguito all'evoluzione normativa.Con riguardo alle modifiche normative introdotte nel 2018 si segnalano gli esempi relativi:• alla nuova detrazione per le spese sostenute per soggetti affetti da DSA;• alla nuova detrazione per i premi di assicurazione aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi;• alla nuova deduzione per erogazioni liberali a favore delle ONI.US, ODV e APS;• all'agevolazione "Bonus Verde".In pratica si parte da una descrizione della singola casistica con riproduzione e commento del modello compilato e, ove possibile, con la determinazione delle imposte da liquidare o delle agevolazioni spettanti.Ampio spazio è specificamente dedicato ai chiarimenti forniti agli operatori dei settore da parte dell'Amministrazione finanziaria.Il testo si conclude con alcune casistiche di compilazione integrale della dichiarazione dei redditi, e relativa determinazione delle imposte dovute.Nella parte finale dei testo sono fornite infine le istruzioni e la modulistica dell'Agenzia delle Entrate.

MODELLO REDDITI 2019 IMPRESE INDIVIDUALI ED ESERCENTI ARTI E PROFESSIONI

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 1292

Il testo è dedicato a commercialisti, associazioni di categoria, CAF e altri consulenti tenuti alla redazione della dichiarazione dei redditi per il 2018 di imprenditori individuali e liberi professionisti, ovvero il Modello REDDITI 2019 PF.Dopo un inquadramento degli aspetti generali (soggetti obbligati ed esonerati dall'adempimento, modalità e termini di presentazione del modello e versamento delle imposte, etc.) il testo illustra nel dettaglio le modalità di compilazione dei singoli quadri che compongono il modello REDDITI 2019 PF, ovvero:• fascicolo 1, quadri di interesse per la generalità dei contribuenti (frontespizio, familiari, quadri RA, RB, RC, RP, LC, etc.);• fascicolo 2, quadri relativi ai redditi per i quali il contribuente non è obbligato alla tenuta delle scritture contabili (quadri RH, RL, RM, etc.);• fascicolo 3, quadri relativi ai redditi per i quali il contribuente è obbligato alla tenuta delle scritture contabili (quadri RG, RF, RE, RS, LM, etc.).Nell'analisi, particolare evidenza è data alle novità intervenute nel corso del 2018 ed alle modifiche apportate dall'Agenzia delle Entrate rispetto al modello dello scorso anno; quest'anno, ad esempio, si segnalano:• l'introduzione del cd. "bonus verde", la nuova detrazione per spese per abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico nonché le nuove detrazioni e deduzioni per erogazioni liberali a favore delle ONLUS, ODV e APS;• la nuova disciplina delle perdite per i soggetti IRPEF, l'agevolazione relativa al maxi ammortamento e iper ammortamento e la nuova rivalutazione dei beni di impresa;• le implicazioni sul modello REDDITI del passaggio dai parametri edagli studi di settore agli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale.Nella sezione conclusiva del testo, denominata "Appendice", sono inoltre approfondite alcune tematiche fiscali di interesse per la compilazione del modello, tra le quali si ricordano:- modalità di determinazione degli acconti;- detrazioni per recupero edilizio, risparmio energetico e bonus arredo;- disciplina delle perdite;- ISA - Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale;- disciplina del cd. "maxi ammortamento"e canoni di leasing.

MODELLO REDDITI 2019 SOCIETÀ DI PERSONE ED EQUIPARATE

Periodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 810

Il Mod REDDITI 2019 società di persone deve essere presentato per determinare le quote di reddito (perdita) 2018 imputabili ai singoli soci o associati agli effetti dell'IRPEF.Il testo affronta le principali problematiche connesse alla compilazione della dichiarazione, dedicando particolare attenzione alle novità intervenute ed ai chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate.Sono analizzati, dettagliatamente, i singoli quadri di compilazione suddivisi in pratiche sezioni dedicate alla:• determinazione del reddito (quadri RF - società in contabilità ordinaria, RG - società in contabilità semplificata, RE - lavoro autonomo, ecc.);• determinazione delle imposte (quadri RT - plusvalenze, RM = tassazione separata e RQ - imposte sostitutive).Sono inoltre analizzati gli altri prospettì, tra i quali si annovera il prospetto di imputazione dei redditi ai singoli soci/associati.La compilazione dei singoli quadri tiene conto delle varie tematiche fiscali di riferimento; tra i principali aspetti di interesse per la presente dichiarazione dei redditi, si segnalano:• le implicazioni sul modello del passaggio dagli studi di settore agli Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA);• l'agevolazione relativa al maxi ammortamento e iper ammortamento e la nuova rivalutazione dei beni di impresa;• l'introduzione del prospetto "aiuti di Stato" nel quadro RS per gli aiuti di Stato e/o de minimis;• le modifiche apportate alla disciplina delle perdite d'impresa.L'analisi del modello REDDITI SP, quadro per quadro, è arricchita da schemi, tabelle riassuntive e da utili esempi pratici.In calce al testo è infine presente la sezione "Appendice" dove sono trattati alcuni temi specifici della disciplina fiscale, la cui conoscenza è di fondamentale importanza per una corretta redazione della dichiarazione dei redditi.

MODELLO REDDITI 2019 SOCIETÀ DI CAPITALI ED ENTI COMMERCIALI

Periodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Con il Modello REDDITI SC i soggetti IRES presentano la dichiarazione dei redditi e calcolano le imposte dovute a saldo per l’anno di competenza nonché gli acconti per il periodo d’imposta successivo. In maniera analitica ed esauriente, il testo descrive gli adempimenti legati alla presentazione della dichiarazione. Sono inoltre affrontate le modalità di compilazione della dichiarazione, con dettagliata analisi di tutti i quadri che la compongono, tenendo chiaramente conto delle novità normative emanate in materia e degli eventuali chiarimenti rilasciati dall’Amministrazione finanziaria. Ad ulteriore arricchimento della trattazione, vengono poi proposti esempi pratici, schemi riassuntivi e modulistica di riferimento. È, infine, prevista un’apposita sezione di chiusura a commento e completamento di tematiche di particolare interesse (tra cui, ad esempio, deducibilità degli interessi passivi, iper e maxi ammortamento, società di comodo/in perdita sistematica, agevolazione ACE, ecc.).

MODELLO REDDITI 2019 PERSONE FISICHE NON TITOLARI DI P.IVA

Periodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 833

Il testo è dedicato alle modalità di compilazione del Mod. REDDITI PF 2019 da parte delle persone fisiche non titolari di partita IVA (dipendenti, pensionati, soci di società di persone, etc.).Dopo una prima analisi degli aspetti più generali, quali le modalità e i termini di presentazione del modello e di versamento delle imposte, il testo illustra dettagliatamente i quadri del Mod. REDDITI PF 2019 di interesse per i soggetti non titolari di partita IVA, ovvero:• il modello base, che deve essere compilato dalla generalità dei contribuenti (frontespizio, RA, RB, RC, RP, LC, etc.);• i quadri relativi ai redditi per i quali non vige l'obbligo di tenuta delle scritture contabili: quadro RH (redditi da partecipazione in società di persone e assimilati); quadro RL (redditi diversi);- quadro RM (redditi assoggettati a tassazione separata);- quadro RW (investimenti ed attività finanziarie all'estero);- quadro RR (contributi previdenziali);- quadro RT (plusvalenze da cessione di partecipazione);- quadro AC (comunicazione dell'amministratore di condominio);- quadro RS, che espone una serie di dati comuni agli altri quadri del Modello;- quadro CE (credito di imposta per redditi, anche diversi da quelli di impresa, prodotti all'estero);- quadro NR (opzione per l'applicazione dell'imposta sostitutiva di cui all'art. 24-bis TUIR da parte delle persone fisiche che rientrano in Italia).Nella parte finale del testo sono proposti specifici approfondimenti su tematiche tributarie (ad es. determinazione e versamento degli acconti d'imposta, tassazione degli utili, agevolazioni per recupero .,69 ...9 edilizio, risparmio energetico e bonus verde, etc.). Il testo si propone come utile strumento non solo per chi necessita di aggiornarsi in modo rapido e puntuale sulle novità intervenute, ma anche per chi voglia comprendere ed acquisire le nozioni utili alla redazione della dichiarazione delle persone fisiche non titolari di partita IVA.

MODELLO REDDITI 2019 ENTI NON COMMERCIALI ED EQUIPARATI

Periodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 744

II testo illustra dettagliatamente gli adempimenti necessari per la corretta redazione della dichiarazione dei redditi per:• enti non commerciali (che non hanno per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali), residenti o non nel territorio dello Stato;• fondazioni che hanno adeguato gli statuti alle disposizioni del Titolo 1, D.Lgs. 17 maggio 1999, n. 153 (istituti di credito);• organismi non lucrativi di utilità sociale (ONLUS) ad eccezione delle società cooperative (comprese le cooperative sociali);• società semplici, società e associazioni ad esse equiparate, non residenti nel territorio dello Stato.In particolare, dopo un'introduzione circa gli aspetti generali e, propedeutici all'adempimento dichiarativo (soggetti obbligati ed esclusi, modalità e termini di presentazione e versamento delle imposte, etc.) il testo illustra le corrette regole di compilazione del modello, evidenziando le novità normative intervenute nel 2018.Nel corso della trattazione particolare attenzione è dedicata anche alle peculiarità dei regimi fiscali "agevolati" di cui possono beneficiare gli enti non commerciali (Legge n. 398/1991, art. 145, TUIR, attività di agriturismo, agevolazioni specifiche per ONLUS e associazioni sportive dilettantistiche, ecc.).In merito, si segnala che il settore del non profit è oggetto di un'importante riforma, non ancora del tutto completata: infatti, il Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117, il c.d."Codice del terzo settore", ha introdotto una nuova disciplina civilistica e fiscale applicabile agli enti del terzo settore, la cui entrata in vigore è posticipata al periodo d'imposta successivo alla relativa autorizzazione della Commissione europea, e comunque non prima del periodo d'imposta successivo a quello di operatività del RUNTS, ovvero il Registro Unico del Terzo Settore, al quale dovranno iscriversi gli enti non profit.Il testo si conclude con l'utile sezione "Appendice" contenente altre tematiche di interesse per gli enti non commerciali (acconti di imposta, compensazione dei crediti, perdite e riporto, etc.).

IRAP 2019

Imposta Regionale sulle Attività ProduttivePeriodo d'imposta 2018

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 480

Il testo si propone come guida utile alla comprensione del funzionamento dell'imposta e alla redazione del modello IRAP 2019: il lettore è seguito passo per passo nella compilazione dei singoli quadri della dichiarazione, nonché nella determinazione e nel versamento dell'imposta dovuta.Il volume è inoltre corredato da esempi pratici, tabelle e schemi riassuntivi in modo da permettere al lettore di individuare con facilità le principali novità che riguardano la disciplina IRAP.Ampio spazio è dedicato:• alle deduzioni per il personale dipendente, compresa quella del costo residuo per il personale dipendente (art. 11, comma 4-octies) introdotta dalla Legge di Stabilità 2015 ed estesa, a determinate condizioni, anche ai lavoratori stagionali (limitatament al 2018, per questi ultimi soggetti è prevista la piena deducibilità);• all'esenzione dall'IRAP per i produttori agricoli: si ricorda che resta ferma comunque la soggettività IRAP per le attività di agriturismo e di allevamento eccedente i limiti dell'art. 32, TUIR e per le attività connesse rientranti nell'art. 56-bis, TUIR, per le quali continua ad applicarsi l'aliquota ordinaria;• alla nuova sezione del quadro IS dedicata agli aiuti di Stato nella quale vengono esposti i dati necessari ai fini della registrazione degli stessi nel Registro nazionale degli aiuti di Stato;• al regime di contabilità semplificata per cassa secondo il quale, per le imprese in contabilità semplificata per cassa, la base imponibile IRAP è determinata applicando gli stessi criteri di imputazione temporale "improntati alla cassa" previsti dall'art. 66, TUIR, non rilevando più il valore delle rimanenze finali e delle esistenze iniziali di merci (fatto salvo il primo anno di applicazione).Viene inoltre affrontata la fase dell'accertamento e della riscossione dell'IRAP, con particolare attenzione alle possibilità di difesa del contribuente e alle soluzioni alternative della controversia.Infine, è consultabile gratuitamente on-line una essenziale ed aggiornata rassegna della normativa vigente e della prassi amministrativa.

I nuovi ISA - Indici sintetici di affidabilità fiscale (ex Studi di Settore)

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 330

Il testo analizza la nuova disciplina degli "Indici sintetici di affidabilità fiscale" (ISA) che a partire dal periodo d'imposta 2018 sostituisce quella degli studi di settore e dei parametri contabili.Nell'intento del Legislatore i nuovi Indici, che esprimono su una scala da 1 a 10 il grado di affidabilità fiscale riconosciuto ai contribuenti, favoriscono l'emersione spontanea delle basi imponibili e stimolano l'assolvimento degli obblighi tributari attraverso una più stretta collaborazione tra i contribuenti stessi e I'Amminístrazione finanziaria.Il testo propone un'analisi completa della nuova disciplina, con particolare riferimento:• alla modulistica ISA;• alle cause di esclusione dalla compilazione dei modelli e di applicazione degli indici;• agli indicatori elementari di affidabilità e di anomalia;• ai livelli di affidabilità fiscale e regime premiale;• al collegamento con la dichiarazione dei redditi;• alla dichiarazione degli "ulteriori componenti positivi", non risultanti dalle scritture contabili per migliorare il proprio grado di affidabilità fiscale;• all'acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini del calcolo degli indici (variabili precalcolate, posizioni ISA, deleghe specifiche e al cassetto fiscale, ecc.).

IUC 2019 - IMU, TASI E TARI

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 446

La disciplina delle imposte che costituiscono l'Imposta Unica Comunale (IUC), istituita con la Legge n. 147/2013, nel corso degli anni ha subito importanti modifiche; tra queste, si ricordano l'abolizione dell'IMU e della TASI sulla prima casa (immobili non di lusso), l'esenzione IMU sui terreni agricoli, la revisione della disciplina dei cosiddetti imbullonati, nonché l'agevolazione per i fabbricati concessi in comodato a parenti in linea retta. A tal riguardo si segnala l'estensione dell'agevolazione, ad opera della Legge di Bilancio 2019, anche nell'ipotesi del coniuge del comodatario defunto, in presenza di figli minori.Il testo affronta le novità ed i chiarimenti ministeriali intervenuti nel corso dell'anno, riepilogando la disciplina generale della IUC, costituita da una componente di natura patrimoniale (IMU) e da una componente legata ai servizi erogati dai Comuni che a sua volta si suddivide ulteriormente in:• TASI, tassa sui servizi indivisibili;• TARI, tassa sui rifiuti.In linea generale per tutti i tributi sopra riportati, il presupposto impositivo è determinato dal possesso/detenzione di immobili, seppur con differenze applicative legate alla singola imposta/tributo.Nella prima parte (la più corposa) il testo propone una trattazione completa della disciplina IMU; tra l'altro, sono analizzati gli adempimenti dichiarativi con particolare riguardo alla dichiarazione IMU-TASI "ordinaria" ed alla dichiarazione IMU-TASI per gli enti non commerciali. Vengono inoltre offerti numerosi esempi di calcolo e versamento dell'imposta.La parte successiva del testo è dedicata alla Tassa sui servizi indivisibili (TASI) che pur essendo modulata su criteri IMU, si discosta da questa per il fatto che l'imposta è dovuta anche dal detentore oltreché dal possessore, secondo una percentuale stabilita dal comune (ovvero da una percentuale "fissa" qualora il comune non abbia deliberato al riguardo). Più brevemente, è commentata anche la TARI (tassa sui rifiuti) che per le sue particolarità è gestita direttamente dall'affidatario del servizio raccolta rifiuti.Completa infine la trattazione l'analisi della disciplina IMI e IMIS per le province, rispettivamente di Bolzano e Trento..

IL QUADRO RW 2019

Monitoraggio fiscale e liquidazione IVIE e IVAFE

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 341

Il libro è un importante strumento di ausilio per tutti i contribuenti che devono segnalare in dichiarazione dei redditi gli investimenti di natura finanziaria e patrimoniale detenuti all'estero. Si ricorda che le persone fisiche possono presentare il quadro RW anche se tenute alla presentazione del Mod. 730: in tal caso presenteranno il quadro in esame, unitamente al frontespizio del Mod. REDDITI.Nel presente testo si forniscono, in primo luogo, nozioni generali in relazione all'obbligo di monitoraggio fiscale, per poi analizzare le modalità di compilazione del quadro che serve anche per liquidare l'IVIE e MVAFE.Di notevole ausilio ai soggetti che compilano tale quadro è il capitolo che riepiloga tutti i cambi mensili definiti dall'Agenzia delle Entrate al fine di indicare il valore iniziale e finale dell'investimento detenuto all'estero.Il manuale illustra, inoltre, le modalità di compilazione del quadro RW nelle diverse ipotesi di investimenti. A tal proposito, si distinguono gli investimenti patrimoniali (ad esempio, immobili, gioielli) da quelli finanziari (titoli, partecipazioni, conti correnti).Vengono, inoltre, affrontate casistiche particolari come le polizze assicurative estere e i trust nazionali e internazionali proponendo esempi pratici anche in relazione a fattispecie generalmente trascurate. Un apposito paragrafo è poi dedicato al monitoraggio fiscale delle valute virtuali (bitcoin).Nel testo si analizza anche la disciplina del trasporto al seguito di valuta ed una sezione del volume è inoltre dedicata alle imposte patrimoniali su:• investimenti finanziari (IVAFE);• immobili (IVIE).Si illustra infine la disciplina sanzionatoria con il connesso ravvedimento operoso; un apposito capitolo è dedicato ad esempi di ravvedimento e/o compilazione del quadro RW, tratti da casi professionali.

ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI

lE REGOLE PER IL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA'

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 813

Il testo illustra la disciplina degli oneri detraibili e deducibili di interesse per le persone fisiche, che, in dichiarazione dei redditi, trovano collocazione nel quadro E del Mod. 730 o nel quadro RP del Mod. REDDITI PF.Ad ogni onere, in linea generale, è dedicato uno specifico capitolo, nel quale sono affrontati:• le tipologie di spesa ammesse alla detrazione/deduzione;• i limiti agevolabili;• la detraibilità/deducibilità dell'onere nel caso in cui sia stato sostenuto a favore di familiari;• le modalità di determinazione dell'importo detraibile/deducibile; la documentazione necessaria.Nel testo è data particolare evidenza alle novità intervenute ed ai chiarimenti forniti dall'Amministrazione finanziaria nei propri documenti di prassi (Circolari, Risoluzioni, Risposte ad Interpelli, etc.); in calce ad ogni capitolo sono presenti numerosi esempi di documentazione utile e la normativa.Il testo risulta aggiornato alla normativa ed ai chiarimenti forniti dall'Amministrazione finanziaria con particolare attenzione a quelli contenuti nella recente Circolare n. 13/2019, stilata congiuntamente da Agenzia delle Entrate e Consulta Nazionale dei CAF, relativa alle deduzioni, detrazioni, crediti d'imposta ed altri elementi rilevanti per l'apposizione del visto di conformità al Mod. 730/2019. Si evidenzia che non sono trattate le agevolazioni spettanti per recupero edilizio, risparmio energetico e acquisto di arredi ed elettrodomestici, nonché il cd. "sisma bonus" ed il "bonus verde": a tali oneri, data la specificità della materia, è dedicato il testo `Detrazioni per recupero edilizio, risparmio energetico e bonus arredo", al quale si rimanda.

CEDOLARE SECCA E DICHIARAZIONE DEI REDDITI

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 271

L'introduzione della cedolare secca ha avuto un notevole impatto sulla disciplina della tassazione dei redditi derivanti da locazioni di unità abitative e sull'indicazione di tali redditi in sede di dichiarazione.Il testo fornisce un'esauriente panoramica sulla disciplina legislativa della tassazione sostitutiva, tenendo naturalmente conto dei chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate attraverso documenti di prassi e delle ultime novità normative; ampio spazio è dedicato all'estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali, introdotta dalla Legge di Bilancio 2019 ed applicabile ai contratti stipulati a partire dal 1 o gennaio 2019.Un capitolo apposito è dedicato all'analisi del nuovo modello RLI, da utilizzare per la registrazione e adempimenti successivi collegati ai contratti di locazione (opzione per la cedolare secca compresa), nella versione pubblicata dall'Agenzia delle Entrate il 19 marzo 2019.La pubblicazione si concentra quindi sulle modalità di compilazione delle dichiarazioni dei redditi (Mod. 730/2019 e Mod. REDDITI 2019) in caso di opzione per il regime sostitutivo, analizzando dettagliatamente i singoli campi del quadro B e gli altri quadri interessati dalla tassazione sostitutiva; si sottolineano, infine, i riflessi sulla determinazione delle imposte (IRPEF e addizionali a confronto con la cedolare), delle detrazioni e delle altre agevolazioni fiscali.Concludono la trattazione numerosi esempi pratici collegati alle diverse casistiche, sia con riferimento alle modalità di compilazione della dichiarazione che alla determinazione dell'imposta.

I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI DEI LAVORATORI AUTONOMI - IVS Artigiani e Commercianti – ENASARCO – GESTIONE SEPARATA INPS - CASSA GEOMETRI

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

pagine: 609

Il testo analizza le modalità di calcolo e di versamento dovute dai soggetti iscritti: all’IVS (artigiani e commercianti); alla Gestione Separata INPS (amministratori di società, professionisti senza cassa, lavoratori autonomi occasionali, ecc.); all’Enasarco (agenti e rappresentanti di commercio); alla CIPAG (geometri). Per ciascuna cassa previdenziale, si esaminano: i soggetti obbligati ed esclusi; le modalità di iscrizione; le aliquote contributive, i minimali e massimali; le modalità di determinazione della base imponibile e del contributo dovuto; i termini e le modalità di versamento; gli adempimenti dichiarativi. Non mancano, inoltre, specifici approfondimenti su alcuni argomenti, come indennità di cessazione del rapporto di agenzia per gli iscritti all’Enasarco, indennizzo per le aziende commerciali in crisi nella contribuzione IVS e contribuzione dovuta dal socio amministratore di Srl commerciale. Vengono, inoltre, proposti numerosi esempi di determinazione dei contributi, tenendo conto, per la Gestione Separata INPS e l’IVS, della circolare esplicativa che viene diramata dall’Ente, fissando annualmente le regole di contribuzione. Online, risulta disponibile la normativa di riferimento, il dossier relativo alle prestazioni integrative e la relativa modulistica riguardanti gli agenti e rappresentanti di commercio.

DETRAZIONI PER RECUPERO EDILIZIO BONUS ARREDO E RISPARMIO ENERGETICO

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Il testo illustra la disciplina delle detrazioni spettanti ai contribuenti che investono nel miglioramento dei propri immobili, in termini di:• recupero del patrimonio edilizio;• acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per l'arredo degli immobili ristrutturati (cd. bonus arredo);• riqualificazione energetica degli edifici;• riduzione del rischio sismico (cd. sisma bonus);• sistemazione a verde di aree e giardini (cd. "bonus verde").Nella trattazione è data evidenza alle novità intervenute, tra cui si ricorda:• nuova comunicazione all'ENEA per interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico ed acquisto di elettrodomestici;• attività di controllo dell'ENEA,nonché ai chiarimenti forniti dall'Amministrazione finanziaria nel 2018 e nei primi mesi del 2019.Per ogni agevolazione sono analizzati gli aspetti generali (soggetti, immobili ed interventi interessati), l'iter da seguire per poter fruire del beneficio in dichiarazione dei redditi, le regole di calcolo ed attribuzione della detrazione, la cumulabilità con altre agevolazioni. La trattazione è completata da tabelle, schemi riassuntivi e fac simile di documentazioneutile.Una specifica sezione è inoltre dedicata ad alcune tematiche di interesse delle detrazioni in esame (IVA agevolata 10%, sanzioni e ravvedimento operoso, ritenuta d'acconto sui bonifici, etc.).Nella parte finale, inoltre, è proposta una prima analisi delle nuove agevolazioni per l'acquisto di veicoli elettrici/ibridi, introdotte dalla Legge di Bilancio 2019.

NOVITÀ FISCALI: LEGGE DI BILANCIO 2019 E DECRETI COLLEGATI

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Nel testo si illustrano le disposizioni di interesse fiscale contenute nella  "Legge di Bilancio 2019", ovvero la Legge 30 dicembre 2018, n. 145 e nel relativo" Decreto collegato", ovvero il Decreto Legge 23 ottobre 2018, n. 119.La Legge di Bilancio 2019 propone le seguenti disposizioni di natura fiscale:• estensione del regime forfetario ai soggetti con ricavi/compensi fino a € 65.000 e modifica delle condizioni di accesso;• revisione del regime delle perdite d'impresa per i soggetti IRPEF; • introduzione della detassazione degli utili reinvestiti;• proroga della disciplina dell'iper ammortamento;• proroga delle detrazioni per risparmio energetico, recupero edilizio, acquisto di mobili ed elettrodomestici e del cd. "bonus verde";• proroga della rivalutazione di terreni/partecipazioni posseduti al I' gennaio 2019;• soppressione dell'Imposta sul reddito d'impresa (IRI) e dei l'ACE;• nuova cedolare secca per i fabbricati commerciali;• introduzione della flat tax.Con riferimento al D.L. n. 119/2018, si segnalano, tra le altre, la possibilità di definire in via agevolata i contenziosi in essere con l'Agenzia delle Entrate (PVC/avvisi di accertamento, carichi affidati all'Agente della Riscossione, liti pendenti, etc.) e numerose novità in materia di fatturazione elettronica (emissione/registrazione delle fatture elettroniche, detrazione dell'IVA, etc.).Per facilitare la consultazione, il testo è organizzato in sezioni, nelle quali sono analizzate le disposizioni normative distintamente per tematica (es. imposte dirette, IVA, agevolazioni e crediti d'imposta, etc.).

REGIME FORFETARIO, REGIME DEI MINIMI E CONTABILITA' SEMPLIFICATA PER CASSA

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Il testo analizza nel dettaglio le caratteristiche del regime forfetario e del regime dei contribuenti minimi, evidenziando analogie e differenze, anche rispetto al regime ordinario.Si ricorda che la Legge di Bilancio 2019 ha innalzato il limite dei ricavi/compensi che permette l'applicazione del regime forfetario, portandolo ad € 65.000, oltre ad avere apportato altre modifiche ai requisiti di accesso e alle cause di esclusione.Si ripercorrono le caratteristiche principali dei due regimi agevolati, tenendo presente che il regime dei minimi è in vigore per i soggetti che vi abbiano aderito entro il 2015, mentre quello forfetario è attualmente il solo regime agevolato al quale si possa accedere.Il testo propone inoltre un'analisi del regime di cassa per le imprese in contabilità semplificata alla luce dei chiarimenti forniti e delle istruzioni alla compilazione della dichiarazione dei redditi 2018 (Modello Redditi 2019) emanati dall'Agenzia delle Entrate.Una specifica trattazione riguarda le implicazioni conseguenti ai passaggi tra i diversi regimi (di rilevante utilità risulta infatti l'analisi dei possibili passaggi tra regime ordinario, dei minimi, forfetario, forfetario start up ed il regime di cassa per imprese semplificate).Si propone infine una breve analisi della nuova "fiat tax", l'imposta sostitutiva con aliquota al 20%, introdotta a decorrere dal 2020 per imprese e lavoratori autonomi con ricavi/compensi compresi tra 65.000 e 100.000 euro.

MANUALE OPERATIVO IVA - Principi e regole generali per l'applicazione dell'imposta

III Edizione

di Centro Studi Fiscale

editore: Seac

Giunto alla sua terza edizione, il volume propone un'analisi dettagliata della disciplina IVA coniugando un attento studio della disciplina fiscale con la descrizione degli aspetti più tecnici ed operativi della materia.La guida analizza ed approfondisce, con l'ausilio di schemi, tabelle riassuntive ed esempi pratici, i principali, aspetti dell'imposta sul valore aggiunto, con le regole applicabili dal 1° gennaio 2019, fra l'altro data di inizio dell'obbligo generalizzato di fattura elettronica per i soggetti IVA.Partendo dagli aspetti basilari che ne disciplinano l'applicazione, il testo affronta nel dettaglio i soggetti passivi dell'imposta (esercenti attività di impresa,artisti e professionisti, enti non commerciali, soggetti non stabiliti in Italia) nonché le operazioni (requisito oggettivo) rilevanti ai fini IVA tra cui le cessioni di beni, le prestazioni di servizi, le operazioni gratuite ed anche altre particolari fattispecie (autoconsumo, assegnazione, permute, ecc.).Non manca l'analisi della territorialità IVA, vale a dire l'individuazione del luogo di imposizione delle operazioni effettuate o ricevute dai soggetti passivi d'imposta.Apposite sezioni sono dedicate alla determinazione dell'imposta (operazioni imponibili, esenti, escluse, accessorie, ecc.), alla fatturazione, e naturalmente, alla fatturazione elettronica, delle operazioni e alla relativa registrazione, sia con riferimento al ciclo attivo che al ciclo passivo, definendo le modalità di detrazione, rettifica e liquidazione dell'imposta.Particolare attenzione è dedicata ai nuovi adempimenti (esterometro, comunicazione delle liquidazioni periodiche), anche alla luce delle nuove disposizioni in materia di fatturazione elettronica in arrivo per il 2019 e le ricadute conseguenti per gli operatori.Di particolare interesse l'esame degli adempimenti dichiarativi, l'utilizzo del credito IVA e gli aspetti sanzionatori affiancati dalla possibilità di regolarizzare le relative violazioni tramite ravvedimento operoso.Infine, apposite sezioni sono dedicate a specifici approfondimenti di particolare interesse: IVA ed operazioni con l'estero, reverse charge e split payment, regimi speciali, autoveicoli ed IVA.In conclusione, il testo si propone come strumento indispensabile sia per il consulente sia per l'operatore dell'azienda o dello studio professionale.

GUIDA COMPLETA ALLA COMPILAZIONE DEL CEDOLINO PAGA

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

pagine: 624

Lo stipendio e il salario sono da sempre lo strumento per la corresponsione della retribuzione relativa alla prestazione lavorativa e "misura" della professionalità del lavoratore.All'atto del pagamento della retribuzione il datore di lavoro ha l'obbligo di consegnare al proprio dipendente un prospetto paga, denominato anche cedolino.La busta paga ha validità giuridica e assume il valore di prova determinante in caso di controversia tra il lavoratore ed il datore di lavoro davanti all'Autorità giudiziaria.La corretta compilazione del cedolino paga richiede una profonda conoscenza del diritto del lavoro, dello specifico CCNL applicato, delle regole di tassazione del reddito e delle modalità di quantificazione della contribuzione a carico del dipendente.La presente pubblicazione:• fornisce un'analisi dettagliata delle voci contenute nella busta paga di un lavoratore dipendente, sia dal punto di vista fiscale che previdenziale;• è strutturata in apposite sezioni dedicate all'analisi dello sviluppo del cedolino paga (aspetti generali) e delle particolarità per i dipendenti:- del settore edile,- del settore dello spettacolo,- del settore agricolo,- assunti come dirigenti,- assunti come apprendisti nel settore Terziario, - giornalisti.Il testo contiene, inoltre, l'analisi delle disposizioni relative:• all'accantonamento e alla tassazione del Trattamento di Fine Rapporto ed alla gestione della previdenza complementare;• alle operazioni di conguaglio 730 con numerosi esempi di compilazione della busta paga in funzione delle diverse casistiche che si possono presentare;• alla gestione del Bonus 80 €uro ed all'applicazione della detassazione ai premi di risultato;• al welfare aziendale, intendendo per tale l'insieme di beni, servizi e prestazioni che l'azienda eroga al fine di migliorare la qualità della vita ed il benessere dei dipendenti e dei loro familiari.L'edizione di quest'anno risulta arricchita con l'analisi delle disposizioni )olteri, 74 relative ai permessi e congedi per handicap di cui alla Legge n. 104/1992. La pubblicazione offre, infine, l'analisi degli aspetti contabili e del loro impatto sul bilancio di esercizio, al fine di identificare le componenti del costo del lavoro e di illustrare la gestione dei flussi finanziari.

CERTIFICAZIONE UNICA 2019 - Guida alla Compilazione

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

L'art. 4, D.P.R. n. 322/1998, stabilisce, al comma 6-ter, che i sostituti d'imposta che hanno erogato redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, rilasciano una Certificazione Unica per attestare oltre ai dati fiscali anche i dati previdenziali e assistenziali.Fermo restando il termine del 28 febbraio per l'effettuazione delle operazioni di conguaglio• la CU 2019 sintetica deve essere consegnata ai percipienti entro il 31 marzo 2019, ovvero entro dodici giorni 'dalla richiesta degli stessi in caso di interruzione del rapporto di lavoro in corso d'anno;• la CU 2019 ordinaria va trasmessa, in via telematica, all'Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2019.Per le sole CU contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata (Mod. 730), il termine di trasmissione è fissato al 31 ottobre analogamente a quanto previsto per il Mod. 770.Il sostituto d'imposta, tramite l'invio, all'Agenzia delle Entrate, delle CU ordinarie, assolve all'obbligo di dichiarazione a suo carico previsto dal comma 3-bis, art. 4, D.P.R. n. 322/1998. L'obbligo di presentazione del Mod. 770, entro il 31 ottobre, permane per i sostituti d'imposta che sono tenuti a comunicare dati non inclusi tra quelli previsti nella CU.La presente pubblicazione, tramite approfondimenti teorici e schematizzazioni, fornisce le indicazioni per la corretta compilazione della CU 2019, con particolare riguardo a:• Frontespizio, in cui sono contenuti i dati anagrafici del sostituto d'imposta e dell'intermediario;• Parte Dati Anagrafici, dove trovano esposizione i dati anagrafici relativi al datore di lavoro e al percettore delle somme;• Certificazione dei redditi da lavoro dipendente e assimilati;• Certificazione dei redditi di lavoro autonomo, di provvigioni e redditi diversi;• Certificazione Redditi - Locazioni brevi.

CERTIFICAZIONE UNICA 2019 - casi pratici

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

La Certificazione Unica 2019, relativa ai redditi 2018• deve essere consegnata, in forma sintetica, ai percipienti entro il 31 marzo 2019,• deve essere trasmessa telematicamente, in forma completa, all'Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2019.Per le sole CU contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata (Mod. 730), il termine di trasmissione è fissato al 31 ottobre analogamente a quanto previsto per il Mod. 770.Si ricorda che il sostituto d'imposta, tramite l'invio, all'Agenzia delle Entrate, delle CU ordinarie, assolve all'obbligo di dichiarazione a suo carico previsto dal comma 3-bis, art. 4, DPR n. 322/1998. L'obbligo di presentazione del Mod. 770, entro il 31 ottobre, permane per i sostituti d'imposta che sono tenuti a comunicare dati non inclusi tra quelli previsti nella CU.La presente pubblicazione costituisce un indispensabile strumento di supporto alla compilazione della Certificazione Unica 2019.In particolare, al lettore viene proposta una vasta raccolta di esempi pratici di compilazione in riferimento alle casistiche che, con maggiore frequenza, si presentano nella realtà (ad esempio, la tassazione del reddito di lavoro dipendente ed assimilato, la gestione del welfare aziendale, l'erogazione del saldo di TFR e di anticipazioni dello stesso, la detassazione dei premi di risultato e l'eventuale conversione degli stessi in benefit, il rimborso al lavoratore di beni e servizi, ecc.).Sono, inoltre, proposti esempi di compilazione del Modello in relazione a fattispecie legate ad eventi straordinari che comportano una maggiore complessità di compilazione (ad esempio, la gestione della contribuzione ai fondi pensione dei lavoratori di prima occupazione, l'esposizione dei dati in relazione all'ipotesi di applicazione della detassazione, l'evidenza delle somme soggette a tassazione separata, le operazioni societarie straordinarie, il trasferimento d'azienda, il decesso del dipendente, ecc.).Il testo contiene, infine, esempi di compilazione della Certificazione Lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché della Certificazione Redditi - Locazioni brevi.Per favorire la rapida consultazione, gli esempi sono raggruppati, per argomento, in specifiche sezioni.

COLF E BADANTI 2019

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Per “lavoratori domestici” si intendono coloro che prestano la loro opera esclusivamente per le necessità della vita familiare del datore di lavoro. Rientrano in questa categoria: non solo il personale addetto alle normali incombenze familiari come, ad esempio, le colf, le assistenti familiari, le badanti, i camerieri, i cuochi, le bambinaie, le governanti, ecc... ma anche i lavoratori addetti a servizi diversi indirizzati al nucleo familiare o a singoli componenti (giardinieri, autisti, segretari privati). La principale fonte normativa del rapporto di lavoro domestico, oltre alla legge, è rappresentata dalla contrattazione collettiva di categoria, ed in particolare dal CCNL 20 febbraio 2014. La presente pubblicazione, al fine di illustrare in maniera esauriente la disciplina del lavoro domestico, offre un’analisi pratica e dettagliata delle disposizioni contenute nel CCNL per il personale domestico, dei relativi obblighi assicurativi e previdenziali, nonché degli adempimenti fiscali legati alla presentazione della dichiarazione dei redditi in capo al datore di lavoro ed al lavoratore domestico. Il testo, inoltre, si caratterizza per il fatto di contenere numerosi esempi pratici di compilazione della busta paga di un lavoratore domestico, con i valori retributivi e contributivi validi dal 1° gennaio 2019

INPS - GUIDA COMPLETA SU CONTRIBUTI, PRESTAZIONI E AGEVOLAZIONI

di Beniamino Gallo

editore: Seac

Nel corso degli ultimi anni il rapporto di lavoro è stato oggetto di continui e radicali interventi legislativi che hanno inteso dare impulso al mercato del lavoro e alla modernizzazione del rapporto mediante l'ampliamento delle opportunità di assunzione e la riduzione del costo contributivo per i lavoratori dipendenti.Inoltre, sono state introdotte rilevanti novità in materia di ammortizzatori sociali, unificando le regole di funzionamento della CIGS e della CIG ordinaria che ha assorbito la CIG per il settore edile e sostituendo l'indennità di disoccupazione con la Nuova Assicurazione Sociale per l'Impiego - NASpl.Infine, per i settori non coperti dalla CIG sono stati istituiti i Fondi di solidarietà bilaterali.Il testo analizza ed illustra la logica e le modalità di versamento dei contributi all'INPS, la gestione degli incentivi spettanti per le assunzioni agevolate e degli strumenti di sostegno al reddito.La pubblicazione contiene, inoltre, per tutti gli argomenti inerenti la gestione del rapporto con l'INPS per i datori di lavoro della "Gestione privata", le istruzioni operative per il corretto assolvimento degli obblighi contributivi, aggiornate con il flusso UniEmens.Tra gli argomenti trattati si segnalano:• l'inquadramento dei datori di lavoro;• il rapporto di lavoro subordinato e autonomo;• il lavoro occasionale e il libretto famiglia;• il sistema di versamento dei contributi correnti e la regolarizzazione dei contributi pregressi;• i benefici contributivi per le assunzioni agevolate;• gli ammortizzatori sociali: CIG ordinaria, CIGS, Contratti di solidarietà, Nuova Assicurazione Sociale per l'Impiego - NASpl;• i fondi di solidarietà bilaterali;• le misure compensative per il versamento del TFR al Fondo di Tesoreria e alla previdenza complementare;• il lavoro all'estero con sintesi delle convenzioni bilaterali ed elenco dei formulari;• la gestione previdenziale per artigiani e commercianti e la gestione separata;• i ricorsi amministrativi.Sono infine proposte le tabelle vigenti e storiche dei codici tipo contribuzione, codici di autorizzazione, minimali giornalieri di retribuzione, retribuzioni convenzionali per i lavoratori all'estero e aliquote contributive.

IL MOD. 770/2019 - Guida alla Compilazione e Casi Pratici

Periodo d'imposta 2018

Autori vari

editore: Seac

pagine: 370

Il Mod. 770/2019 deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta per comunicare in via telematica, entro il 31 ottobre 2019, all'Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell'anno 2018, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate nonché il riepilogo dei crediti. Deve essere, inoltre, utilizzato dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti, sulla base di specifiche disposizioni normative, a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell'anno 2018, ricomprendendo le ritenute su pagamenti relativi a bonifici disposti per il recupero del patrimonio edilizio e per interventi di risparmio energetico e sulle locazioni brevi inserite all'interno della Certificazione Unica, nonché operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni operate ed i crediti d'imposta utilizzati.Con l'invio dei dati contenuti nel Mod. 770, a completamento, in molti casi, dei dati trasmessi all'Agenzia delle Entrate con le Certificazioni Uniche, i soggetti sopra individuati assolvono all'obbligo dichiarativo a loro carico (art. 4, comma 3-bis, D.P.R. n. 322/1998).Il presente testo, partendo dall'inquadramento degli aspetti generali (soggetti interessati ed esclusi, modalità e termini di presentazione della dichiarazione, regime sanzionatorio, ecc.) si sviluppa in distinte sezioni che analizzano le modalità di compilazione dei singoli quadri del modello.A completamento dell'analisi teorica, al lettore viene proposta una vasta raccolta di esempi pratici di compilazione in riferimento alle casistiche che, con maggiore frequenza, si presentano nella realtà.Il testo è aggiornato alle modifiche e alle integrazioni apportate al Modello 770/2019, alle relative istruzioni e alle specifiche tecniche, dal Provvedimento AE n. 184633 del 7 giugno 2019. Le modifiche hanno interessato principalmente il Frontespizio (sezione Redazione della dichiarazione) e il Quadro ST con riferimento alla regola di esposizione dei dati. L'integrazione più rilevante ha riguardato il Quadro SX con l'inserimento del nuovo rigo SX48 relativo agli Aiuti di stato.

TIPOLOGIE CONTRATTUALI

VI Edizione

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

pagine: 326

Nel corso degli ultimi anni sono stati emanati una serie di importanti provvedimenti legislativi che hanno portato ad una riforma complessiva dei mercato del lavoro, a cui hanno fatto seguito numerosi e rilevanti interventi chiarificatori del Ministero del Lavoro.In particolare, il mercato del lavoro, soprattutto per quanto riguarda le tipologie contrattuali, è stato oggetto di importanti modifiche ad opera del D.Lgs n. 81/2015, attuativo del c.d. "Jobs Act", che costituisce una sorta di "Codice dei contratti", comprensivo di tutte le disposizioni, in precedenza sparse in vari documenti legislativi, che regolano le forme contrattuali diverse dal rapporto di lavoro a tempo indeterminato.Al D.Lgs n. 81/2015 hanno fatto seguito:• la Legge n. 81/2017 che disciplina il lavoro agile (o smart working), ossia una modalità flessibile di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato;• l'abrogazione del lavoro accessorio (voucher) e l'introduzione delle- prestazioni occasionali (DL n. 50/2017), nonché• il DL n. 87/2018 ("Decreto' Dignità"), che ha rivisto le disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo determinato e di somministrazione di lavoro.Alla luce delle importanti novità intervenute, la presente pubblicazione contiene un'analisi dettagliata ed operativa delle tipologie contrattuali attualmente in vigore, tra cui rientrano:• il lavoro a tempo determinato,• il contratto di apprendistato,• la somministrazione di lavoro,• le prestazioni occasionali,• il lavoro a tempo parziale,• le collaborazioni coordinate e continuative• il lavoro a chiamata (o intermittente),• i tirocini,• il telelavoro ed il lavoro agile.Il testo offre, per ciascuna tipologia contrattuale, l'analisi delle caratteristiche salienti, il campo di applicazione e gli aspetti normativi e previdenziali, aggiornati alle novità introdotte dalla legislazione di riferimento ed agli ultimi chiarimenti del Ministero del Lavoro.

100 CONTRATTI – Analisi dei principali istituti dei CCNL più rappresentativi

II Edizione

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

I Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro (CCNL) rappresentano una delle principali fonti normative per la gestione dei rapporti di lavoro subordinato.Tuttavia, la molteplicità dei contratti collettivi, la loro complessità nonché la vastità delle materie toccate dalla contrattazione rende poco agibile la comprensione ed il reperimento delle informazioni necessarie per la corretta applicazione del CCNL al rapporto di lavoro.La presente pubblicazione offre un'analisi schematica dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro più utilizzati, analizzando in dettaglio gli istituti di maggior rilevanza ed impatto operativo.In particolare, attraverso trattazioni schematiche e l'uso di tabelle vengono affrontati temi quali:• l'inquadramento e il periodo di prova;• l'orario di lavoro e lo straordinario;• la gestione della malattia, dell'infortunio e della maternità;• i termini del preavviso;• la disciplina del lavoro a tempo parziale, del contratto a termine e dell'apprendistato;• l'assistenza sanitaria integrativa e la previdenza complementareLa pubblicazione, aggiornata al Decreto Dignità (D.L. n. 87/2018 convertito in Legge n. 96/2018) ed agli ultimi rinnovi contrattuali, risulta uno strumento indispensabile per tutti coloro i quali necessitano di una veloce, completa ed aggiornata consultazione della materia trattata.

GLI INCENTIVI PER I DATORI DI LAVORO

Agevolazioni in corso e analisi dei costi delle nuove assunzioniV Edizione

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Il Legislatore, nel corso degli anni, ha introdotto una serie di benefici in favore dei datori di lavoro che: assumono lavoratori che versano in particolari situazioni (disoccupati, prossimi alla pensione, in CIGS, ecc.) o possiedono determinati requisiti soggettivi (apprendisti, disabili, giovani genitori, over 50, detenuti, ecc.); procedono alla stabilizzazione di rapporti di lavoro trasformandoli da tempo determinato a tempo indeterminato, ovvero assumono lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Tali benefici, generalmente, si sostanziano in una riduzione dell’ammontare dei contributi previdenziali ed assistenziali dovuti dal datore di lavoro e/o consistono nell’erogazione di veri e propri contributi a suo favore. La presente pubblicazione è strutturata in due sezioni: la prima contiene un’analisi approfondita delle agevolazioni, attualmente in vigore, applicabili alle nuove assunzioni. Tale sezione si propone come una chiara e utile guida, per il datore di lavoro e per il professionista, all’effettuazione della scelta migliore, quella cioè che coniuga le esigenze occupazionali alla necessità di contenere il costo del lavoro. A tal fine, in relazione ad ogni assunzione/stabilizzazione agevolata, viene proposta una scheda per il calcolo del relativo costo del lavoro (in termini di retribuzioni correnti e differite, contributi previdenziali e premi assicurativi, costo ai fini IRAP) nella quale, di volta in volta, si fa il confronto con l’onere che il datore di lavoro sopporterebbe in caso di assunzione di un lavoratore (a parità di inquadramento contrattuale) che non dà titolo alla fruizione di alcun beneficio; la seconda sezione, invece, illustra la disciplina e la gestione delle agevolazioni che sono state abrogate ma che, alla data di pubblicazione del testo, potrebbero ancora essere in corso di fruizione in relazione alle assunzioni effettuate nel corso degli ultimi. In tali ipotesi, si è scelto di fornire un riepilogo della disciplina in materia (seppur abrogata) senza però fornire alcun confronto finalizzato a valutarne la convenienza.

CIGO, CIGS E FONDI DI SOLIDARIETÀ

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

pagine: 410

Il Legislatore, attraverso il Jobs Act (D.Lgs n. 148/2015), ha operato il riordino e la revisione della disciplina degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, con particolare riguardo alla cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria, ai contratti di solidarietà (trasformati da istituto autonomo ad ulteriore causale di intervento di integrazione salariale straordinaria) ed ai fondi di solidarietà, con l'obiettivo di razionalizzare e uniformare la disciplina in materia in un unico corpo normativo.A riguardo, la presente pubblicazione analizza, per ciascuno dei trattamenti di sostegno al reddito sopra citati:• i soggetti beneficiari (aziende e lavoratori),• le cause di intervento,• l'iter di richiesta;• il calcolo dell'importo dell'integrazione salariale e le modalità di pagamento,• le modalità di finanziamento.L'analisi della disciplina è supportata da esempi pratici di elaborazione della busta paga di lavoratori interessati dal trattamento di sostegno al reddito.Il testo, infine, prende in esame anche il trattamento NASpl spettante ai lavoratori che perdono involontariamente il lavoro. Con riferimento a tale ammortizzatore sociale, vengono analizzate le modalità di finanziamento durante lo svolgimento del rapporto di lavoro. Si tratta, nello specifico, del• contributo ordinario, calcolato sulle retribuzioni dei lavoratori che rientrano nell'ambito di applicazione dell'indennità NASpl,• contributo addizionale dovuto in relazione ai rapporti di lavoro subordinato non a tempo indeterminato nonché• contributo cosiddetto di licenziamento da versare una tantum in caso di interruzioni di rapporti di lavoro a tempo indeterminato per le causali che darebbero diritto alla NASpl.

Vademecum LE PRESTAZIONI OCCASIONALI (Voucher)

di Normativa del Lavoro Centro Studi

editore: Seac

Dopo l’abrogazione del lavoro accessorio (voucher), molti committenti che utilizzavano questa forma di lavoro (famiglie, imprese, liberi professionisti, associazioni, ecc..) si sono trovati nell’impossibilità di inquadrare legalmente attività lavorative saltuarie e sporadiche, spesso anche di poca rilevanza economica. Al fine di sopperire al vuoto legislativo venutosi a creare a seguito dell’abrogazione del lavoro accessorio, con l'entrata in vigore della Legge n. 96/2017 è stata introdotta nell’ordinamento italiano una nuova fattispecie, le cd. “Prestazioni occasionali”, recentemente modificate dal Decreto Dignità (DL n. 87/2018), con l’intento di ampliarne l’ambito di utilizzo. Il presente Vademecum fornisce un quadro generale per l’utilizzo delle nuove prestazioni occasionali da parte degli utilizzatori abilitati e si propone come una guida pratica e di facile consultazione anche per i lavoratori interessati a svolgere attività lavorative tramite questa nuova fattispecie contrattuale. La presente pubblicazione concentra la propria attenzione su: soggetti interessati e limiti di utilizzo; registrazione dei prestatori e degli utilizzatori sulla piattaforma telematica; modalità di utilizzo (Libretto Famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale); modalità di pagamento; aspetti fiscali e previdenziali; regime sanzionatorio.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.